Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/migranti-sea-watch-soccorre-altri-naufraghi-piu-di-cinquecento-a-bordo-8169c5c4-1598-4833-a6cb-6e7059e9a3b6.html | rainews/live/ | true
ITALIA

La rotta mediterranea

Sea Watch 4 soccorre altri 500 naufraghi. Altri 350 sbarcano a Lampedusa

Ore di soccorsi e salvataggi nel Mediterraneo centrale

Condividi
Foto da Sea Watch 4 di stamane
Altre ventiquattro ore di operazioni di ricerche e soccorsi in mare per l'Ong Sea Watch al largo di Lampedusa, che ha salvato decine di migranti dalle acque gelide e anche dagli speronamenti della guardia costiera libica. In mattinata sono state avvistate più di cento persone a bordo di un barcone di legno che stava imbarcando acqua a causa del mare mosso e così sono state effettuate le operazioni di trasbordo sulla Sea Watch 4, che adesso trasporta 482 naufraghi, secondo una prima stima.

L'ultimo a favore di una piccola barca in vetroresina con 7 persone. A bordo anche un neonato.  "Sono adesso 482 i naufraghi sulla nostra nave - afferma la Ong tedesca - che aspettano di poter sbarcare in un porto sicuro". E potrebbero esserci altri barconi in difficoltà per via del mare agitato nel Mediterraneo, come segnalato da Alarm Phone, che parla di oltre duecento migranti, in quattro diverse imbarcazioni, in attesa di soccorso in acque maltesi.



Ancora arrivi a Lampedusa
Altri 350 i migranti sono già sbarcati a Lampedusa, tre le imbarcazioni coinvolte nei soccorsi con 138 persone. Sulla prima, soccorsa al largo dell'isola, viaggiavano in 69: a bordo anche 12 donne e 2 minori. Sugli ultimi due barchini, invece, c'erano 44 e 25 persone. Sul primo anche 16 donne e 9 minori, sul secondo due donne e un minore.Da ieri mattina sono quasi 500 i migranti approdati. Per tutti è stato disposto il trasferimento nell'hotspot di contrada Imbriacola.