Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ministro-roberto-gualtieri-audizione-parlamento-su-scostamento-npr-86d8d9b2-c85a-4974-b9b6-022f8e49fa8a.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Proposte per Cig e Smart working

Economia, Gualtieri: inizia risalita, forte rimbalzo nel terzo trimestre

 "L'obiettivo del Governo è quello di aumentare gli investimenti di un punto percentuale sul Pil rispetto al 2019", ha detto il ministro dell'Economia in audizione al Parlamento sul Pnr e scostamento di Bilancio

Condividi
Il ministro Roberto Gualtieri in audizione
"I più recenti dati economici indicano che la nostra economia ha iniziato la risalita dal minimo di marzo-aprile. Stimiamo che la ripresa sia continuata in giugno e luglio, tuttavia il secondo trimestre registrerà in media una forte caduta del Pil con altrettanto marcato rimbalzo nel terzo trimestre".

Lo ha detto il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, nel corso dell'audizione, nelle commissioni Bilancio congiunte di Camere e Senato, sul Piano nazionale di riforma e sulla richiesta di un nuovo scostamento di bilancio.  "L'obiettivo del Governo è quello di aumentare gli investimenti di un punto percentuale sul Pil rispetto al 2019".

Nel prossimo decreto ci saranno "misure a sostegno dell'automotive, del turismo e sono allo studio ulteriori misure a sostegno della crescita", ha aggiunto il ministro.  "Continueranno a essere sostenuti gli enti locali. Finora sono stati previsti interventi per 18,3 per le Regioni e oltre 12 per gli enti locali. Nel prossimo decreto andremo ad aumentare queste risorse".

Cig e smart working
"Stimiamo che grazie alle misure adottate finora sono stati salvati 1,5 milioni di posti di lavoro", ha fatto sapere.Gualtieri in audizione,  aggiungendo che al 20 luglio "sono state erogate 16,5 miliardi di prestazioni solo per parte Inps e 2,3 miliardi di ore di Cig" ed ha anche annunciato che ci saranno "incrementi di risorse per i ristori di perdite di gettito e risorse per 5,5 miliardi per investimenti" e che "la richiesta di scostamento serve a proseguire interventi su occupazione, fisco e liquidità, enti territoriali, istruzione e altre misure settoriali e generali in favore della crescita".

Il Governo, ha sottolineato, "ritiene fondamentale proseguire e rendere più selettiva la Cig e introdurre misure di sostegno alle assunzioni, sono allo studio interventi in questi giorni come la proroga di 18 settimane della cig e interventi per aiutare e sostenere le assunzioni a tempo indeterminato e alle imprese per far uscire i lavoratori dalla Cig, la deroga sui contratti a termine e la proroga per il ricorso allo smart working nel settore privato, l'estensione della cig avverrà con elementi di differenziazione e selezione sulla platea delle imprese e con un contributo da parte di quelle che possono, sarà basata sui dati della e-fattura e sul diverso impatto della crisi su varie imprese".

Salto di qualità
"Il governo ha deciso di non approvare il Pnr insieme alle prime due sezioni del Def per varare un documento di più ampio respiro. La scelta appare opportuna e utile: Il Pnr all'esame è più avanzato e aggiornato di quello degli altri stati membri, perché definisce già le linee di fondo del Recovery fund che verrà presentato il prossimo autunno". 

"L'accordo raggiunto in Europa è un risultato storico per l'Italia e l'Unione e determinerà un salto di qualità nella risposta alla crisi da Covid", ha dichiarato ancora il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri in audizione davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato riunite a Montecitorio.  "Il nostro paese ha superato la fase più acuta del contagio, le misure di contenimento dell'epidemia sono state efficaci nel ridurre sensibilmente l'incidenza del virus". ma "al momento - ha aggiunto - il virus non si può ritenere completamente neutralizzato".