Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/morto-cinquantenne-aggredito-difeso-amica-stolker-canosa-0973c255-a665-4c04-851e-1661c5a1b64e.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Il sindaco proclama il lutto cittadino

E' morto il cinquantenne aggredito per aver difeso un'amica da uno stalker

L'uomo era ricoverato in terapia intensiva all'ospedale Bonomo di Andria. Il 13 novembre scorso era stato picchiato, violentemente e ripetutamente, davanti a un bar nel centro di Canosa di Puglia

Condividi
E' morto dopo due settimane di agonia il 50enne Cosimo Damiano Bologna, aggredito brutalmente per essere intervenuto in difesa di un'amica perseguitata da un 58enne, poi arrestato alcuni giorni dopo per stalking e per il pestaggio. L'uomo è deceduto all'ospedale Bonomo di Andria (Bat), durante la notte. Era ricoverato nel reparto di terapia intensiva.

La vittima era in compagnia dell'amica davanti a un bar nel centro di Canosa di Puglia, nella provincia di Barletta Andria Trani, quando l'aggressore sarebbe tornato a infastidire e insultare la donna per poi colpire Bologna violentemente e ripetutamente al volto lasciandolo a terra sanguinante e privo di sensi.

Il sindaco Canosa di Puglia: lutto cittadino
"In questo giorno così triste esprimo il mio cordoglio e la mia vicinanza alla famiglia di Cosimo Damiano Bologna e, per il giorno delle esequie, ho disposto la proclamazione del lutto cittadino affinché tutta la Città si unisca idealmente al dolore dei suoi familiari". Così il sindaco di Canosa di Puglia (Bat), Roberto Morra, sulla sua pagina Facebook.