Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/nyt-trump-ritiro-accordo-nucleare-bb9d51fc-483a-4b0e-8570-d511fac8a25e.html | rainews/live/ | true
MONDO

Nucleare iraniano, Nyt: Trump annuncerà ritiro Usa dall'accordo

Condividi
Donald Trump fra poche annuncerà il ritiro degli Stati Uniti dall'accordo sul programma nucleare dell'Iran. Lo afferma il New York Times, citando fonti diplomatiche europee che spiegano come gli alleati del Vecchio Continente abbiano fallito nel convincere il presidente americano che la sua decisione rischia di provocare una nuova escalation tra Teheran e l'Occidente. "Le possibilità che Trump annunci di restare nell'intesa sono molto ridotte", afferma uno dei diplomatici ascoltati dal Times.   Intanto il presidente sarebbe pronto anche a reintrodurre alcune sanzioni contro l'Iran: quelle volte a ridurre l'export di petrolio da Teheran. Lo scrive il Washington Post, citando fonti statunitensi e internazionali. Trump ha il potere di ripristinare le sanzioni che sono state sospese in seguito all'intesa del 2015 sul nucleare iraniano, Jcpoa (Joint Comprehensive Plan of Action). Potrebbe anche annunciarne di nuove ma si prevede che "si fermerà prima di rinnegare completamente l'accordo - precisa il Washington Post - concentrandosi invece su una parte dell'ampia gamma di sanzioni che erano state sospese quando l'accordo e' stato attuato", lasciando ad esempio "nel limbo altre esenzioni che scadranno a luglio". Le misure contro Teheran che Trump intende reintrodurre sono quelle che erano state varate dal Congresso nel 2012 e che puntano a ridurre le importazioni di petrolio dall'Iran da parte anche degli altri Paesi che rischiano altrimenti ritorsioni americane.  

Kerry, ritirarci da accordo totalmente illogico
"Ritirarci dall'accordo con l'Iran è assolutamente illogico. Il presidente dice che è un pessimo accordo, ma sfido chiunque a trovarne uno migliore". Lo ha spiegato l'ex segretario di Stato Usa, John Kerry - che dell'intesa del 2015 sul programma nucleare iraniano fu il principale protagonista -, intervenendo a Milano a 'Seeds&Chips', il summit dedicato all'innovazione. "Io penso che questo accordo tuteli noi e il mondo", ha aggiunto. La regione è al sicuro e anche Israele e spero che il presidente sia saggio abbastanza nella sua decisione". 

Cremlino, situazione seria se Usa via da accordo
"Senz'altro si creerà una situazione molto seria" se gli Usa abbandoneranno l'accordo sul nucleare iraniano: lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, precisando che "in questo caso la situazione verrà certamente studiata da Mosca" e "verranno prese certe decisioni dal presidente" russo Vladimir Putin, "il quale, secondo la Costituzione, determina la politica estera" della Russia.

Ue, l'accordo funziona, impegnati a rispettarlo
"L'Ue ribadisce che l'accordo sul nucleare iraniano va mantenuto e deve essere preservato, in quanto funziona. Resta il nostro impegno per la sua piena attuazione". Così una portavoce della Commissione Ue nel giorno dell'attesa decisione del presidente Usa Donald Trump. "Non speculiamo su quello che dirà Trump - ha aggiunto -. In serata interverrà l'Alto rappresentante Ue Federica Mogherini".

Ue, accordo si basa su fatti, non su fiducia
"L'accordo sul nucleare iraniano si basa sui fatti e impegni concreti e la loro verifica stringente,  non sulla fiducia o sulla buona volontà. Noi ci basiamo sui vari rapporti dell'agenzia Aiea che ha pubblicato dei dossier nei quali si precisa che Teheran si è impegnato nel rispetto e nella messa in opera" dell'accordo. Così una portavoce della Commissione europea rispondendo ai giornalisti.