Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/olimpiadi-Tokyo-2020-Italia-delle-medaglie-passo-da-Los-Angeles-1932-Roma-1960-853b9c16-dd6c-4150-a556-47e00e6f0070.html | rainews/live/ | true
SPORT

Gli azzurri alle Olimpiadi

Tokyo2020, altri 2 ori: Palmisano nella marcia 20km e Busà nel Karate Kumite

Le due nuove medaglie d'oro arrivano da Antonella Palmisano nella marcia 20km e Luigi  Busà nel Karate Kumite. Attesa per la finale della staffetta azzurra 4x100, in gara alle 15.50 (ora italiana) su Rai 2

Condividi

Prosegue la "pioggia" di medaglie per l'Italia alle Olimpiadi di Tokyo. Luigi Busà ha vinto la medaglia d'oro nel Karate categoria -75 kg del kumite maschile. L'azzurro ha battuto in finale l'azero Rafael Aghayev. È la 37esima medaglia e la nona d'oro per l'Italia, che supera il proprio record nella storia delle Olimpiadi, ed è il primo oro per il karate all'esordio nei Giochi.

In mattinata Antonella Palmisano ha conquistato la medaglia d'oro nella 20 km di marcia femminile. L'azzurra ha allungato a tre chilometri dal traguardo e senza alcun minimo cedimento ha lasciato dietro le avversarie arrivando al traguardo in solitaria con il tempo di 1h29"12, seconda la colombiana Erica Arenas e terza la cinese H.Liu. Per l'Italia è l'ottava medaglia d'oro (la quarta nell'atletica), il 36/mo podio in questa edizione che permette di raggiungere il record di medaglie di Los Angeles '32 e Roma '60.

A tre giorni al termine delle Olimpiadi di Tokyo 2020, l'Italia mette in cassaforte ben 37 medaglie: 9 d'oro, 10 d'argento e 18 di bronzo. Mai nella storia lo sport italiano aveva conquistato così tanti bronzi: è record. Era da Atlanta 1996, l'edizione del Centenario, che lo sport azzurro non conquistava un numero così elevato di medaglie. A Sydney 2000 i podi erano stati 34.

Eguagliato il record di 36 medaglie conquistate alle edizioni di Los Angeles 1932 e Roma 1960 dove gli ori erano stati rispettivamente 12 e 13. Nelle ultime tre edizioni le medaglie conquistate non avevano superato quota 30, 27 a Pechino 2008, 28 sia a Londra 2012 che Rio de Janeiro 2016. Ad oggi l'Italia nel medagliere è all'ottavo posto, al settimo per il numero di medaglie vinte.

Altre medaglie sono in arrivo. Luigi Busà in finale per l'oro kumite 75 chili. Italia è in finale nella staffetta 4x400 maschile. Il quartetto azzurro - Alessandro Sibilio, Vladimir Aceti, Edoardo Scotti,Davide Re - ha chiuso la propria semifinale al quarto posto (le prime tre acquisivano direttamente il pass per la finale) ma è stata ripescata grazie al tempo di 2'58''91, nuovo record italiano. Attesa per la staffetta 4x100, oggi in finale alle 15.50 (ora italiana) su Rai 2.

Nella giornata del 6 agosto sfuma il bronzo per Frank Chamizo nella lotta libera 74 kg.  Ottavo posto per l'Italia nella Madison femminile di ciclismo su pista. La coppia azzurra era formata da Elisa Balsamo e Letizia Paternoster. Oro alla Gran Bretagna, argento alla Danimarca e bronzo alla Russia. Sfumata la 50 km, con gli azzurri che non sono riusciti ad avvicinarsi alla zona medaglie. Al Sapporo Odori Park il migliore è stato Andrea Agrusti, che ha chiuso 23esimo in 4h01'10" la gara vinta dal polacco Dawid Tomala in 3h50'08". Medaglia d'argento per il tedesco Jonathan Hilbert in 3h50'44", bronzo per il canadese Evan Dunfee in 3h50'59". Non hanno tagliato il traguardo gli altri due azzurri al via, Marco De Luca e Teodorico Caporaso. Fuori dalla zona medaglie anche Mattia Busato nel kata, specialità del karate che ieri ha regalato all'Italia la prima, storica medaglia con Viviana Bottaro. Milena Baldassarre, 19 anni, accede alla finale.

Tra gli ultimi traguardi ci sono l'oro di Massimo Stano nella marcia maschile 20 Km disputata a Sapporo. L'azzurro ha chiuso la gara in 1h21'05", precedendo i giapponesi Koki Ikeda (1h21'14"), argento, e Toshikazu Yamanishi (1h21'28"), bronzo. Chiude 15° l'altro azzurro Francesco Fortunato (1h23'43"). Stano, 29enne, è nato a Grumo Appula in Puglia ma vive a Roma insieme alla moglie ed ex collega Fatima Lofti. I suoi idoli sono l'ex marciatore azzurro Ivano Brugnetti e quello ecuadoriano Jefferson Perez. Al traguardo Stano ha festeggiato con il gesto del dito in bocca a simboleggiare l'arrivo di un bebè. Tesserato per le Fiamme Oro era alla prima esperienza olimpica.

Elia Viviani ha vinto la medaglia di bronzo nell'Omnium di ciclismo su pista. A Rio 2016 nella stessa disciplina (ma con sei prove invece che quattro) il portabandiera italiano a Tokyo 2020 aveva conquistato l'oro. L'azzurro si era imposto anche nella terza prova, quella dell'eliminazione, dopo essere arrivato tredicesimo 13 nello 'scratch' e undicesimo nella 'tempo race'. Il veronese, campione olimpico in carica, era parecchio indietro a metà percorso ma ha saputo risalire nella seconda parte della sfida. Viviani è stato preceduto dal britannico Matthew Walls, medaglia d'oro, e dal neozelandese Stewart Campbell, medaglia d'argento.



E un altro bronzo arriva da Viviana Bottaro nella finale nel kata, specialità del Karate all'esordio nel programma olimpico di Tokyo 2020. Al Nippon Budokan la ligure Viviana Botaro ha sconfitto la statunitense Sakura Kokumai diventando la prima azzurra sul podio olimpico del karate nel giorno del debutto della disciplina ai Giochi.

L'impresa di Paltrinieri che conquista una nuova medaglia. "Ho voluto questo bronzo a tutti i costi, perché queste Olimpiadi non mi avevano ancora appagato del tutto: adesso sì. Il quarto posto nei 1.500 stile libero è stata una brutta botta", è stata la dichiarazione di Paltrinieri, dopo aver conquistato il bronzo alle Olimpiadi di Tokyo 2020 nella 10 chilometri di nuoto in acque libere. Un bronzo che vale oro, ripete il tecnico Fabrizio Antonelli dopo la performance nelle acque della baia di Odaiba. È la prima volta nella storia dei Giochi che un atleta azzurro si prende due medaglie fra piscina (argento) e acque libere (bronzo).



Ha sofferto, Greg, 26 anni, nuotatore di Carpi tesserato per le Fiamme Oro, già medaglia d'argento negli 800 stile libero, e non lo nasconde, reduce dalla mononucleosi. "Oggi è stata difficile: caldo, casino, loro che sono partiti dal primo giro e io non me ne ero neanche accorto", ha dichiarato il nuotatore a caldo, parlando del gruppo di testa che poi ha dovuto inseguire. "Però, sono contento di essere arrivato a podio. Dove ho trovato le energie? Prima della gara ero molto concentrato". 



Manfredi Rizza sulle acque del Sea Forest Waterway conquista una medaglia d'argento nel K1 200 metri. La canoa sprint italiana torna sul podio olimpico dopo 13 anni (Pechino 2008). Per l'Italia Team si tratta del 10° argento a Tokyo 2020. L'azzurro è stato preceduto di appena 45 millesimi dall'ungherese Sandor Totka (35"035), terzo il britannico, campione olimpico uscente, Liam Heath, giunto a 167 millesimi dal vincitore. Rizza, 30 anni di Pavia, campione europeo della distanza e terzo quest'anno in Coppa del mondo a Seghedino (unico podio in carriera).  

Risultato positivo per la staffetta azzurra 4x100 di atletica che conquista la finale. Il quartetto composto dall'esordiente Lorenzo Patta (classe 2000), Marcell Jacobs (oro nei 100), Eseosa Desalu (semifinalista nei 200) e Filippo Tortu (semifinalista nei 100) ha chiuso in 37"95, segnando il nuovo record italiano (il precedente era 38"11, ottenuto ai Mondiali di Doha del 2019). L'Italia è giunta al terzo posto nella seconda batteria alle spalle di Cina e Canada (entrambe con 37"92), con il quarto tempo totale tra le otto qualificate. Fuori dalla finale la staffetta statunitense, solo sesta nella batteria degli azzurri. Il miglior tempo in assoluto è della Giamaica (37''82) che vince la sua batteria davanti a Gran Bretagna (38''02) e Giappone (38''16). Ripescate Germania (38''06) e Ghana (38''08), giunte alle spalle del quartetto azzurro. La finale è in programma oggi alle 15.50 italiane.