Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/pensioni-boeri-no-staffetta-generazionale-per-legge-ad3fc1b3-ccb7-46f6-8275-5010b037d2e1.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Presidente Inps

Pensioni, Boeri: "No a staffetta generazionale per legge"

L'operazione "rischia di essere molto costosa e distorsiva", meglio affidarla alla contrattazione decentrata. Sul caos pensioni rassicura: "Conguagli da inizio agosto"

Condividi
"No alle staffette generazionali per legge". Per il presidente dell'Inps, Tito Boeri, un'operazione così "rischia di essere molto costosa e distorsiva", sarebbe meglio invece affidarla alla contrattazione decentrata. La staffetta generazionale pervede la possibilità di sostituire una parte delle persone che maturano i requisiti pensionistici con l'ingresso di giovani.

Maggiore flessibilità in uscita
Serve maggiore flessibilità in uscita, sostiene Boeri. "Il sistema contributivo è sostenibile nel lungo periodo e va difeso a spada tratta. Se le persone vanno in pensione prima, ci sarebbero dei disavanzi più bassi che se avessero continuato a lavorare. La possibilità di continuare a giocare sul bilancio temporale non è stata sfruttata durante la crisi e, per questo, credo che il governo dovrà andare alla trattativa comunitaria perchè ha le carte in regola. Questa ipotesi è sostenibile".

"Conguagli a pensionati"
Il presidente dell'Inps torna poi sul caos pensioni. "Non devono avere preoccupazioni i pensionati che hanno diritto a essere rimborsati" dopo la sentenza della Corte costituzionale sul mancato adeguamento degli assegni per la legge Fornero. "Il conguaglio sarà erogato a inizio agosto, come previsto dall'Inps".