Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/pirozzi-casa-pound-ne-parlo-bene-ci-hanno-aiutato-ea9e47c4-bac7-46ee-b794-3973c5783565.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Pirozzi su CasaPound: ne parlerò sempre bene, ci hanno aiutato dopo il sisma

Il sindaco di Amatrice si è candidato con una lista autonoma alla presidenza della Regione Lazio: "Il centrodestra non litighi sul mio nome"

Condividi
  ''CasaPound? Io ne parlerò sempre bene, così come della loro associazione 'La Salamandra'. Questi ragazzi sono venuti qui, dopo il terremoto, e in maniera del tutto spontanea hanno aiutato la comunità, si sono presi cura delle persone in difficoltà, per questo ho apprezzato il loto aiuto''.  Così il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi, candidato alla Presidenza della Regione Lazio.        

''Allo stesso modo ho apprezzato l'aiuto offerto spontaneamente da gruppi e persone di altre aree politiche, come le Brigate Solidali - sottolinea Pirozzi - Qui ad Amatrice sono venuti ad aiutarci anche le tifoserie di tutta Italia, e hanno salvato persone. Poi certo, errori da parte di qualcuno possono capitare, fra gli ultrà come in qualsiasi altro movimento, ma io ho apprezzato molto l'aiuto offerto da parte di tutti alla nostra comunità dopo la tragedia del terremoto''.        

Il sindaco di Amatrice ha commentato anche il risultato del voto ad Ostia: "Se avesse vinto la candidata del centrodestra, l'avrebbero accusata di preso i voti di Casapound, ora invece che ha vinto la candidata del M5S, l'accusano di aver preso i voti degli Spada, ma la realtà - conclude Pirozzi - è che un voto vale un voto e la politica, invece, dovrebbe interrogarsi sul fatto che al X Municipio il 65% dei cittadini non è andato a votare perché non riesce a dare risposte alle periferie''.   Il sindaco di Amatrice ha anche rivolto un invito al centrodestra di “non litigare sul mio nome, anche perché la gente non capirebbe, i cittadini chiedono un programma che sia credibile. Io sono sereno, vado avanti con il mio movimento e il nostro programma lo esporremo al momento giusto con il sorriso e lo scarpone''.          

''Noi per fortuna un lavoro lo abbiamo, quindi se ci mettiamo in politica lo facciamo per passione sociale - sottolinea Pirozzi - nel nostro movimento non c'è solo la mia esperienza ma quella di tanti professionisti che si sono sporcati le mani e le scarpe per risolvere i problemi della gente, questo è il nostro modello''.   Quanto all’incontro sul post-sisma con l’attuale presidente della Regione Zingaretti Pirozzi ha detto che “è andato bene anche perché lui sa che io non sono il tipo che cavalca la protesta, dovevamo affrontare questioni per le quali è giusto che ognuno faccia la sua parte, senza prestare il fianco alle polemiche''.       

  "Io sono un uomo delle istituzioni, non ho mai attaccato la Regione Lazio, se non per la gestione delle macerie – ha aggiunto Pirozzi - Ad ogni modo Zingaretti ha ribadito la sua parola sugli impegni presi e il nostro interesse per i prossimi mesi è lavorare bene per le comunità".