Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/polonia-cittadino-usa-che-vive-in-minnesota-era-comandante-nazista-sospettato-di-essere-coinvolto-nella-morte-di-44-polacchi-1f2badf3-d04d-4e28-ba83-d7474d42dced.html | rainews/live/ | true
MONDO

Nazi hunting

La Polonia: "Abbiamo le prove, pensionato del Minnesota è ex comandante nazista"

 L'uomo è sospettato di essere coinvolto nella morte di 44 polacchi

Condividi
Michael Karlok (D) Divisione SS Galizia (D)
"I don't think I can explain,"  "non credo di poter spiegare", disse Michael Karlok, pensionato del Minnesota, al reporter dell'Associated Press che nel giugno 2013 bussò alla sua porta. Era stato scoperto, la stampa era lì per scavare nel suo passato di comandante delle SS ucraine. Ora, un magistrato in Polonia ha affermato di essere ormai certo che quell'uomo che adesso ha 98 anni, è l'ex comandante di un'unità nazista, sospettato di essere coinvolto nella morte di 44 polacchi.

Secondo il magistrato Robert Janicki, varie prove raccolte in anni di indagini sul cittadino americano Michael Karlok confermano "al cento per cento" che durante la seconda guerra mondiale l'uomo guidò un'unità nella legione ucraina accusata di aver dato fuoco a villaggi e di aver ucciso decine di polacchi. I procuratori dell'Istituto Nazionale della Rimembranza hanno chiesto ad un tribunale locale un mandato di arresto per Karkoc. Janicki ha detto che se sarà emesso la Polonia chiederà l'estradizione. 

L'uomo nel 1949 emigrò in America con i suoi due figli, affermando di "non aver mai fatto il servizio militare". Divenne cittadino naturalizzato americano nel 1959. Le accuse nei confronti di Karlok si basano, tra le altre cose, su documenti dell'epoca, e testimonianze di altri membri dell'unità SS. Dopo che l'Associated Press era arrivata all'identificazione dell'uomo, raccontandone la storia, la Polonia aveva disposto una investigazione.

La famiglia dell'uomo ha smentito qualsiasi collegamento con il nazismo. 

Ecco il servizio dell'Associated Press di giugno 2014