Original qstring: refresh_ce | /dl/archivio-rainews/articoli/poverta-assooluta-istat-aumento-covid-bddfea5c-622b-493a-ba7a-fc706ccd41b3.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Istat

Più poveri a causa del Covid, mai così tanti dal 2005

Oltre due milioni di famiglie in povertà assoluta, 5,6 milioni di italiani sono poveri: 1 milione e 300mila i minori

Condividi
In Italia nel 2020, anche causa  pandemia, torna a crescere la povertà assoluta che tocca poco più di  due milioni di famiglie (7,7% del totale da 6,4% del 2019) e oltre 5,6 milioni di individui (9,4% dal 7,7% dell'anno precedente). Lo comunica l'Istat evidenziando come dopo il miglioramento del 2019, nell'anno  della pandemia la povertà assoluta aumenta raggiungendo il livello più elevato dal 2005 , quando è iniziata questa rilevazione.  

Per quanto riguarda la povertà relativa, le famiglie sotto la soglia  sono poco più di 2,6 milioni (10,1%, da 11,4% del 2019).
  
Nel 2020 la povertà assoluta in Italia colpisce 1 milione 337mila minori, pari al 13,5%, rispetto al 9,4% degli individui a livello nazionale. Lo rileva l'Istat, spiegando che l’incidenza varia dal 9,5% del Centro al 14,5% del Mezzogiorno. Rispetto al 2019 le condizioni dei minori peggiorano a livello nazionale (da 11,4% a 13,5%) e in particolare al Nord (da 10,7% a 14,4%) e nel Centro (da 7,2% a 9,5%). Disaggregando per età, l’incidenza si conferma più elevata nelle classi 7-13 anni (14,2%) e 14-17 anni (13,9%, in aumento) rispetto alle classi 4-6 anni (12,8%) e 0-3 anni (12,0%, in crescita rispetto al 2019). Le famiglie con minori in povertà assoluta sono oltre 767mila, con un’incidenza dell’11,9% (9,7% nel 2019). La maggiore criticità di queste famiglie emerge anche in termini di intensità della povertà, con un valore pari al 21,0% contro il 18,7% del dato generale. Oltre a essere più spesso povere, le famiglie con minori sono anche in condizioni di disagio più marcato.