Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/reddito-di-cittadinanza-Navigator-arriva-il-bando-laurea-e-voto-alto-Attesi-60mila-candidati-Regioni-attaccano-Di-Maio-766c353b-d559-4992-95b4-33b9077482f6.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Reddito di cittadinanza

Navigator, arriva il bando: laurea e voto alto. Attesi 60mila candidati. Regioni attaccano Di Maio

Un test a risposta multipla composto da massimo 100 quesiti su 10 materie, tra cui cultura generale, logica, informatica, diritto del lavoro e diritto di cittadinanza. Arriva il bando per l'organizzazione della selezione dei navigator. Intanto le Regioni attaccano Di Maio: "Non è arrivato alcun documento su cui dare il parere, ci dica cosa vuole fare"

Condividi
Laurea magistrale e voto alto: per i candidati per la selezione al ruolo di navigator manca ancora il bando per il reclutamento (è arrivato quello per scegliere la società che dovrebbe selezionarli) in assenza dell'accordo con le Regioni, ma cominciano a chiarirsi i requisiti per partecipare alla prova di selezione.

Sarà necessaria la laurea magistrale (quindi con cinque anni di studi universitari) anche se non sono state ancora identificati tutti i corsi ammessi (sicuramente Giurisprudenza, Economia, Scienze politiche, Statistica e Scienze della formazione mentre si discute ancora su Filosofia e Sociologia).

Al momento non è prevista una prova orale (nel bando per la procedura di selezione non si parla di colloqui) anche perché questa allungherebbe di molto i tempi per l'arruolamento dei navigator, ovvero le persone che dovrebbero guidare i beneficiari del reddito di cittadinanza verso il reinserimento nel mercato del lavoro.   

Si discute come valorizzare il voto di laurea e se mettere un paletto sul voto minimo (potrebbe essere 100) o se ammettere ai test i 60.000 con il voto più alto. A parità di votazione finale dopo i test viene scelto il candidato più giovane. Il compenso per i navigator per i quali si pensa a un contratto di collaborazione di due anni dovrebbe essere di 30.000 euro l'anno. Il limite per partecipare al bando dovrebbe essere di 55 anni. La selezione dovrebbe essere affrontata da 60.000 candidati al ruolo, 10 per ogni posto (dovrebbero essere 6.000). 

Regioni: Di Maio dica cosa vuol fare
"Non è arrivato alcun documento su cui dare il parere. Aspettiamo di conoscere quali saranno le determinazioni del governo, c'era durante l'ultima trattativa anche incertezza sul numero dei navigator. Oggi nel corso della Conferenza unificata chiederemo il rinvio del parere sul reddito di cittadinanza. Di Maio ci deve dire cosa vuole fare, se vuole che le Regioni esprimano un parere". Lo ha detto Giovanni Toti presidente della Regione Liguria e vicepresidente della Conferenza delle Regioni a margine della Conferenza odierna.

Tria: previsto marcato calo della povertà assoluta
La politiche messe in campo dal governo con la legge di bilancio, a partire dal reddito di cittadinanza, "porteranno ad un apprezzabile aumento del reddito disponibile aggiustato pro capite, ad una riduzione della diseguaglianza dei redditi e ad un marcato calo della povertà assoluta". Lo ha ribadito il ministro dell'economia, Giovanni Tria, intervenendo alla Camera a un convegno su "L'economia del benessere: la rivoluzione possibile". 

Oltre 90mila domande
Intanto, sono 92.094 le domande pervenute a Poste italiane nei primi due giorni di avvio del reddito di cittadinanza. Di cui 15.909 on line e 76.185 presso gli uffici
postali. Lo rende noto il ministero del Lavoro.