Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/repubblica-centrafricana-lingua-russa-d2f54846-9ee6-4255-b237-fe2d20f9bba3.html | rainews/live/ | true
MONDO

La Repubblica Centrafricana introduce l'obbligo dello studio della lingua russa all'università

Condividi
Ne dà l’annuncio il portale locale Corbeau News, facendo il riferimento al presidente del paese Faustin-Archange Touadéra.
Nel paese, a partire dal 2022, sarà obbligatorio lo studio della lingua russa. Nel paese ci sono contractors russi, che formano anche la guardia presidenziale. Il corso obbligatorio di lingua russa sarà inserito nei programmi accademici a partire dal primo anno di laurea e laurea magistrale per gli studenti di ogni corso di laurea. Questa decisione è stata presa nell'ambito del programma di cooperazione Mosca-Bangui. Ora nel paese africano come lingue straniere si studiano francese, cinese e spagnolo. Secondo alcune voci, il russo potrebbe addirittura sostituire lo spagnolo.
La lingua russa si studiava nella Repubblica Centrafricana durante il regno dell’imperatore Jean Bedel Bokassa, che governò il paese dal 1966 al 1979. La materia è stata poi reinserita nel curriculum scolastico nel 2019.
Nel 2018 la Russia e la Repubblica Centrafricana hanno firmato un accordo intergovernativo sulla cooperazione militare. Quindi il ministro della Difesa della Federazione Russa Sergei Shoigu ha definito la Repubblica Centrafricana un partner promettente in Africa e ha affermato che l'intensificazione dei contatti militari è nell'interesse di entrambi i paesi.
Alla fine di luglio dello stesso anno, i giornalisti russi Orkhan Dzhemal, Kirill Radchenko e Alexander Rastorguev sono stati uccisi nella Repubblica Centrafricana. Hanno girato un documentario sulla compagnia militare privata russa Wagner che è incaricata a garantire la protezione del presidente, addestrare l’esercito Centrafricano e sostenerlo nella sua guerra contro i ribelli.