Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ricerca-aereo-scomparso-le-operazioni-dei-26-paesi-coinvolti-8e00c409-e4e0-4eb3-9f11-ee3dfc5cb3fb.html | rainews/live/ | true
MONDO

Il volo della Malaysia Airlines scomparso dai radar

Le ricerche dell'aereo fantasma. Ecco cosa fanno i 26 Paesi coinvolti

Non solo forze militari ma anche indagini e intelligence. Tra i Paesi che hanno dispiegato più forze l'Australia, che su richiesta della Malaysia prenderà il coordinamento delle ricerche

Condividi
Marina americana al lavoro nell'Oceano Indiano
Roma
Sono 26 i Paesi coinvolti in quella che sta diventando una delle più grandi missioni internazionali di ricerca. Aerei militari ma anche navi e intelligence dispiegati in 11 paesi per trovare il volo della Malaysia Airlines scomparso dai radar l'8 marzo scorso con 239 persone a bordo. Ecco i principali Paesi al lavoro:

Malaysia: 18 aerei e 27 navi
Dopo aver coordinato la fase iniziale delle ricerche prima di passare il testimone all'Australia, ha dispiegato 18 aerei e 27 navi, incluso un sottomarino in grado di scandagliare oggetti ad una profondità superiore ai mille metri.

Australia 
L'Australia ha inviato due aerei da ricognizione AP-3C Orion, uno dei quali sta sorvolando le acque a nord e a ovest delle Cocos Island, nel sud dell'Oceano Indiano. Il Paese dispiegherà anche altri due aerei nelle prossime 24 ore. Il dipartimento della Difesa si è rifiutato di dire se il governo malese gli abbia chiesto o meno informazioni radar, ma il primo ministro Tony Abbott ha detto che tutte le compagnie stanno analizzando i dati alla ricerca di informazioni utili a risolvere il caso.

Cina
L'Aviazione civile ha precisato che il volo MH370 non sarebbe entrato nello spazio aereo cinese. Il ministro della Difesa e quello degli Esteri non hanno inizialmente fornito le informazioni radar. Pechino ha comunque contribuito con 9 navi militari e civili per il pattugliamento e una serie di aerei a ala fissa e rotante, oltre ad un team di esperti inviati in Malaysia.

Stati Uniti
Il P-8A Poseidon, il più avanzato aereo per il pattugliamento marittimo, è stato dispiegato dagli Stati Uniti nell'Oceano Indiano. La Marina americana ha inoltre messo a disposizione il Cacciatorpediniere USS Kidd con due elicotteri MH-60R.

Indonesia
Il portavoce dell'Aeronautica indonesiana ha detto che i radar militari sull'isola di Sumatra non hanno trovata traccia del volo, e i dati richiesti sono stati consegnati alla Malaysia. Ha anche precisato che gli sforzi si stanno spostando dallo Stretto di Malacca al corridoio di mare a nord di Sumatra.

Pakistan
Il direttore generale dell'Aviazione civile pachistana ha detto che dai radar non emerge traccia del volo. Le informazioni sono state condivise con le autorità malesi.

India
L'India ha concentrato le ricerche nel mare delle Andamane e nel Golfo del Bengala. Il Paese è in costante coordinamento con la Malaysia ed è possibile che le operazioni vengano estese anche ad altre zone.

Thailandia
Le autorità militari thailandesi hanno condiviso le informazioni radar con Kuala Lumpur e non hanno ricevuto nessun'altra richiesta. Bangkok ha sospeso sabato le ricerche nel Golfo di Thailandia e nel Mar Cinese meridionale.

Gli altri Paesi
Le altre nazioni coinvolte sono Bangladesh, Brunei, Francia, Giappone, Gran Bretagna, Kazakhistan, Kirghizistan, Laos, Birmania, Nuova Zelanda, Filippine, Russia, Singapore, Corea del Sud, Turkmenistan, Emirati Arabi Uniti, Uzbekistan e Vietnam.