Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ruby-ter-giudici-processo-prosegue-per-corruzione-e-falsa-testimonianza-b4f21806-f476-45f9-ae4f-a224dd18d992.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Respinta istanza presentata dai legali delle 'olgettine'

Ruby ter, giudici: "Processo prosegue per corruzione e falsa testimonianza"

Legale di Berlusconi: "Decisione del tribunale non cambia nulla". Barbara Guerra ha rinunciato all'interrogatorio in aula: "Non sta bene" ha spiegato il difensore. Prossima udienza il 19 gennaio

Condividi
L'avvocato Federico Cecconi, legale di Silvio Berlusconi, ritiene che la decisione dei giudici del processo Ruby ter di non accogliere l'istanza di proscioglimento avanzata dalle difese di 18 ragazze per il reato di falsa testimonianza "non cambi di una virgola quella che è la valutazione che era stata svolta anche dalla difesa Berlusconi del rilievo dell'ordinanza pronunciata dal Tribunale stesso" il 3 novembre scorso, con cui avevano dichiarato inammissibili le testimonianze delle giovani nei processi Ruby e Ruby bis.

Per il collegio presieduto da Marco Tremolada, infatti, le ragazze avrebbero dovuto essere interrogate in aula come testi indagate, e dunque alla presenza dei loro avvocati, e non come semplici testi. L'avvocato Cecconi, a margine del processo Ruby ter,  ha ricordato che come difesa
Berlusconi (che deve rispondere solo del reato di corruzione in atti giudiziari) "non avevamo presentato un'istanza simile e parlare di rigetto non è corretto. Il Tribunale ha detto che, considerato lo stato avanzato del dibattimento, per ragioni di economia processuale, e considerato che l'articolo 129 codice penale ha dei presupposti in diritto precisi e peculiari va dichiarato il non procedere oltre, ma non è entrato nel merito del fatto che la falsa testimonianza esista oppure no".

Si torna in aula il prossima 19 gennaio a Milano con i testimoni della difesa di Silvio Berlusconi, accusato di corruzione in atti giudiziari. Salta dunque l'udienza in programma il 22 dicembre alla luce della rinuncia di molti testi annunciata oggi dalle difese di parte dei 29 imputati. Il difensore del Cav si è riservato di  comunicare più avanti chi saranno i primi a essere sentiti nell'aula bunker di Ucelli di Nemi. Le altre udienze sono state fissate il 26 gennaio e tutti i mercoledì di febbraio (9 in forse), mesi in cui la difesa Berlusconi dovrebbe concludere l'ascolto di tutti i testimoni.

Barbara Guerra rinuncia all'interrogatorio in aula, il legale: "Non sta bene"
Aveva assicurato davanti a giornalisti e telecamere di volersi presentare in aula per rispondere a tutte domande dei magistrati milanesi e raccontare nel dettaglio cosa realmente succedeva a Villa San Martino durante i festini del "bunga bunga". Invece Barbara Guerra, imputata nel processo Ruby ter insieme a Silvio Berlusconi e altre 27 persone, ha rinunciato all'interrogatorio in aula. Una decisione legata alle due condizioni di salute che "nelle ultime settimane non sono buone", ha spiegato il suo legale, l'avvocato Nicola Giannantoni.

L'esame di Barbara Guerra era previsto per oggi insieme a quello di Alessandra Sorcinelli: "Per le sue condizioni di salute non è in grado di sostenere l'interrogatorio", ha riferito ancora il legale che ha subito precisato: "Non significa che abbia rinunciato a rendere dichiarazioni spontanee o a depositare una memoria".