Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/sicurezza-salvini-spero-oggi-ok-a-dl-fondi-per-rimpatri-ci-sono-di-maio-dipende-da-colle-9b7a99dd-a2f4-46d4-b178-37df0a7bb153.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Nuovo scontro

Sicurezza. Salvini: "Spero oggi ok a dl. Fondi per rimpatri ci sono". Di Maio: "Dipende da Colle"

Il vicepremier grillino sottolinea: "Ieri il decreto è cambiato un'altra volta e dunque abbiamo fatto bene lunedì ad essere prudenti". "Io ho fatto i compiti, i 18 articoli del decreto inclusa la norma transitoria sono stati corretti" replica il vicepremier leghista. Opposizioni all'attacco

Condividi
A 4 giorni dalle europee, ancora tensioni tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Il decreto sicurezza - in particolare la questione legata ai migranti - non convince del tutto il vicepremier grillino che a 'Radio anch'io' su Radio Rai 1, alla domanda se verrà approvato oggi ha replicato: "Dipende da quali sono i rilievi costituzionali posti dal Quirinale".  E ha aggiunto: "Il tema sono i rimpatri, per i quali mi aspetto più fondi, e non gli sbarchi". Di Maio rileva inoltre come "ieri il decreto è cambiato un'altra volta e dunque abbiamo fatto bene lunedì ad essere prudenti, perché poi lo stesso Viminale ha cambiato il decreto. Non dobbiamo avere fretta elettorale abbiamo davanti 4 anni perché per me dobbiamo andare avanti 4 anni". Infine elenca le priorità del Paese: il lavoro e gli aiuti alle famiglie. Queste - sottolinea il vicepremier dei 5Stelle - sono le priorità, come la lotta alla corruzione. Per questo è necessario approvare il dl per le famiglie. E ricorda che i soldi ci sono: "Arrivano grazie al 25% delle domande per il reddito di cittadinanza che sono state respinte". Nonostante, molte diversità di vedute su tanti temi, Di Maio vuole andare avanti con questo esecutivo. Anzi vuole passare al "Governo 2" sempre se lo permettono i tanti leghisti 'nostalgici del governo Berlusconi'. 

Matteo Salvini - anche se ribadisce che il governo non cadrà (andremo avanti fino al 2023) dopo il voto del 26 maggio, anzi "se ci danno forza cambierà l'Europa" -  spera che i toni si abbassino per il bene del Paese. Poi in un intervento a Mattino 5 ricorda che con Di Maio ha sempre lavorato bene ed è convinto che dopo questo test elettorale torneranno "a lavorare come abbiamo sempre fatto".

Sul decreto sicurezza poi e gli attacchi che arrivano dai grillini dice: "Io ho fatto i compiti, i 18 articoli del decreto inclusa la norma transitoria sono stati corretti e ci sono le risorse. Sono finanziati da 30 milioni di euro integralmente coperti da fondi del Ministero dell'Interno". Infine sul decreto per le famiglie - tanto voluto da Di Maio - attacca: "E' fondamentale aiutarle, non so se ci sono i soldi, ma un decreto per essere votato deve avere le coperture, immagino che l'amico Di Maio avra' fatto le cose seriamente e son sicuro che se lo porta le coperture ci saranno". 

Opposizioni all'attacco dell'esecutivo
Le opposizioni sempre più critiche nei confronti di questo esecutivo"Luigi Di Maio fa finta di litigare con Matteo Salvini, Salvini fa finta di litigare con Di Maio, ma poi dicono che il governo durerà quattro anni: quindi chi vota M5S vota per avere Salvini ministro dell'Interno per altri quattro anni" incalza il segretario del Pd Nicola Zingaretti al Gri1 . La leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni chiede invece chiarezza su un eventuale aumento dell'Iva che - dice - "in Parlamento hano portato e votato un documento di economia e finanza nel quale c'è scritto che aumenterà nel 2020". E chiede che facciano chiarezza prima delle europee. Intanto il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi spera "che domenica i cittadini italiani non ripeteranno più l'errore delle ultime politiche, daranno il loro voto a un centrodestra unito che consentirà di andare a nuove elezioni".