Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/strage-lampedusa-gip-dispone-nuove-indagini-b464415f-8091-4a00-b228-69ab5e8c05ae.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Chieste nuove indagini

Strage Lampedusa, gip respinge archiviazione inchiesta

Gli accertamenti della Procura riguardavano quattro ufficiali della Marina Militare italiana e tre della Guardia Costiera

Condividi
Non sarà archiviata l'indagine della Procura di Roma su eventuali responsabilità nell'affondamento di un barcone di migranti siriani avvenuto l'11 ottobre del 2013 in acque maltesi, a poca distanza da Lampedusa, con oltre 200 sopravvissuti, 26 morti e una stima di 260 dispersi.

Lo ha deciso, sciogliendo la riserva, il gip Giovanni Giorgianni che ha respinto la richiesta di archiviazione sollecitando nuove indagini.

Gli accertamenti della Procura riguardavano quattro ufficiali della Marina Militare italiana e tre della Guardia Costiera. 

Nave Libra della Marina Militare fu accusata di non aver risposto alle continue e disperate richieste di soccorso inviate dai naufraghi e, via radio, dall'equipaggio di un aereo militare maltese. Dopo 5 ore il barcone carico di migranti affondò, nonostante la Libra si trovasse a meno di un'ora di navigazione. 

Per questo fatto furono aperte due inchieste. Per entrambi i procedimenti il Pm di Roma Giuseppe Pignatone aveva avanzato la richiesta di archiviazione che oggi il GIP ha respinto, dando ragione ai familiari delle persone decedute nel naufragio.