Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/terremoto-haiti-petit-troude-nippes-ae3c0790-aeca-4b67-86a6-77e8e7a391ff.html | rainews/live/ | true
MONDO

Il sisma

Forte terremoto ad Haiti: danni ed edifici crollati. Revocata allerta tsunami

I media locali mostrano le immagini di edifici crollati a Jeremie e Les Cayes. Protezione civile: oltre 300 i morti accertati. Il numero di vittime sarà "probabilmente" alto, stimano le autorità americane. ​"Risposta immediata" degli Stati Uniti, annuncia la Casa Bianca

Condividi
Si aggrava col passare delle ore il bilancio del terremoto di magnitudo 7.2 che ha ieri ha colpito Haiti. Sono almeno 304 infatti le vittime del sisma. "Bilancio parziale: il terremoto ha causato la morte di 304 persone" rende noto su Twitter la protezione civile, spiegando che 160 vittime si sono registrate nel sud, 42 nel dipartimento di Nippes, 100 nel Grand'Anse e due nel nord-ovest. Il timore adesso è che la situazione si possa ulteriormente aggravare all'inizio della prossima settimana, quando è previsto l'arrivo ad Haiti della tempesta tropicale Grace.





L'epicentro del sisma è stato individuato a 8 chilometri da Petit Trou de Nippes, a una profondità di 10 chilometri ed alla prima scossa ne hanno fatto seguito altre, in uno sciame sismico che continua a scuotere l'isola.

Stato d'emergenza dichiarato per terremoto
Il primo ministro di Haiti, Ariel Henry, ha dichiarato lo stato d'emergenza per il terremoto di magnitudo 7,2. Lo riferisce la Cnn, aggiungendo che la misura resterà in vigore per un mese. 



L'istituto geologico statunitense ha emesso anche un'allerta tsunami, che però è stata poi revocata. 
La scossa ha provocato gravi danni nel sud del Paese. Lo riferiscono  media locali, che parlano e mostrano le immagini di edifici crollati a Jeremie e Les Cayes. Il numero di vittime sara' "probabilmente" alto, stimano le autorita' americane. La Protezione civile di Haiti ha riferito che ci sono morti, ma senza fornire cifre.




Video e foto condivise online mostrano gravi danni agli edifici nella città di Jeremie, a circa 125 miglia a ovest della capitale Port-au-Prince, con cumuli di macerie nelle strade. Un video mostra una scena di caos a Les Cayes, dove un edificio è crollato in una strada tra le urla di panico dei residenti. L'agenzia di protezione civile di Haiti, citata dai media internazionali, ha detto che le case sono crollate e si teme che ci siano altre vittime a causa del sisma, che è stato avvertito anche in Giamaica. Il sisma ha colpito la parte occidentale di Haiti ma è stato avvertito in tutto il Paese, dove una devastante scossa di magnitudo 7.0 ha ucciso circa 300.000 persone nel 2020.




Il premier nelle aree colpite
Il primo ministro haitiano Ariel Henry è attualmente in viaggio verso le aree del paese colpite. Si tratta, scrive Cnn, del primo grande disastro umanitario per Henry da quando è entrato in carica dopo l'assassinio del presidente Jovenel Moise il 7 luglio. "A seguito del terremoto che ha causato enormi danni nel sud, Grand'Anse e Nippes, ho già mobilitato l'intero team del governo per adottare tutte le misure necessarie con urgenza", ha scritto il premier su Twitter.

"Risposta immediata" degli Stati Uniti
Il presidente Usa, Joe Biden, ha autorizzato una "risposta immediata" degli Stati Uniti. "Il presidente ha autorizzato una risposta immediata degli Stati Uniti e il capo dell'Usaid (l'Agenzia per lo Sviluppo Internazionale, ndr) Samantha Power, coordinera' questo sforzo", si legge in una nota.