Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/torino-cadavere-cantina-6f126851-2c13-459b-a206-cf71f5fa3bb6.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Omicidio

Torino: cadavere di uomo ritrovato in cantina, ucciso con una coltellata

In un edificio del Centro, indagano i carabinieri. Non si esclude che la morte dell'uomo risalga a qualche giorno fa

Condividi
Da alcuni giorni se ne erano perse le tracce, ma nessuno avrebbe immaginato che fosse stato ucciso. Neppure il padre che da giorni non riusciva a rintracciarlo e ha deciso di allertare le forze dell'ordine.

L'uomo trovato morto nella cantina dell'elegante stabile di via Principi d'Acaja, a Torino è Enrico Pellegrini, 52enne, disoccupato. Pellegrini è stato rinvenuto con un coltello conficcato in un occhio. Il cadavere, trovato dai carabinieri, era riverso supino al centro della stanza.

Sono in corso accertamenti tecnici scientifici da parte dei militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale dell'Arma del capoluogo piemontese, alla ricerca di impronte digitali e di ogni altro indizio utile a ricostruire cosa sia accaduto.

Stando alle prime notizie, la cantina era chiusa e sono dovuti intervenire i Vigili del Fuoco, su richiesta dei carabinieri, per sfondare prima la porta di accesso dell'appartamento e, successivamente, della cantina.

La vittima abitava ultimamente da solo in un appartamento dello stesso stabile, nelle vicinanze della stazione ferroviaria di Porta Susa. Non si esclude che la morte dell'uomo risalga a qualche giorno fa.

Le indagini dei carabinieri sono coordinate dal pm Delia Boschetto. Si indaga sulle conoscenze dell'uomo ucciso, in attesa di rintracciare il fratello che potrebbe aiutare a ricostruire gli ultimi eventi della vita della vittima. 

Il mistero comunque è fitto. Secondo alcuni testimoni il 52 enne avrebbe litigato con il fratello di 48 anni, prima di scomparire.