Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ue-trovato-accordo-per-estendere-al-2032-azzeramento-dei-costi-di-roaming-1342e45c-829d-4a04-9fda-a32796304e9f.html | rainews/live/ | true
EUROPA

Al via il 1 luglio 2022

Ue, trovato accordo per estendere al 2032 l'azzeramento dei costi di roaming

Il nuovo regolamento consentirà ai cittadini di continuare a usare i propri telefoni cellulari quando si recano all'estero all'interno dell'Ue senza costi aggiuntivi rispetto alle tariffe nazionali

Condividi
E' stato raggiunto nella notte l'accordo politico tra le istituzioni Ue per estendere l'abolizione del roaming a pagamento per altri dieci anni, fino al 2032. Il regolamento era stato approvato nel 2015 dopo anni di discussioni, ed era diventato immediatamente una delle norme più apprezzate e popolari fra quelle adottate dall’Unione Europea. Secondo una consultazione pubblica realizzata dalla Commissione Europea nell’estate del 2020, il 96 per cento degli europei contattati si dice sicuro o molto sicuro di poter beneficiare delle misure previste dal regolamento.

Il nuovo regolamento, in vigore dal 1 luglio 2022, prolungherà il sistema esistente 'Roam like home', in scadenza il 30 giugno 2022, consentendo ai cittadini di continuare a usare i propri telefoni cellulari quando si recano all'estero all'interno dell'Ue senza costi aggiuntivi rispetto alle tariffe nazionali. I consumatori avranno anche diritto alla stessa qualità e velocità di connessione all'estero come nel proprio paese, ovunque siano disponibili reti equivalenti.

Nelle prossime settimane l’accordo verrà sottoposto al Coreper, cioè il consiglio dei rappresentanti permanenti dei governi all’Unione Europea, e quindi alla plenaria del Parlamento Europeo. Non dovrebbero esserci sorprese: ci si aspetta un’approvazione definitiva nei primi mesi del 2022.