Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/una-carezza-al-padre-ricoverato-per-covid-e3837e82-fe98-4df3-b64b-df26aa63b9b8.html | rainews/live/ | true
ITALIA

"Oggi compie 78 anni, sarà meno solo"

Monza, appello sui social per far arrivare una carezza al padre ricoverato per Covid

La risposta arriva alle 7 del mattino da un’infermiera dell’ospedale

Condividi
Come un messaggio in bottiglia lanciato in mezzo al mare infinito della rete. Un messaggio letto dai migliaia di naviganti e che non si è perso. A leggerlo, un’infermiera del reparto dove è ricoverato l'anziano Salvatore. Ce l’ha fatta Morena Vinci a far arrivare nel letto di ospedale gli auguri a papà Salvatore di tutta la famiglia nel giorno del suo compleanno. Alle 2 di notte Morena riceve una prima risposta: “Volevo dirle che sono un'infermiera di Vimercate, ho letto il suo post e comincio il turno domattina alle 7: la prima cosa che farò è andare a dare una carezza a suo padre". Questa mattina altro messaggio: "Ho augurato buon compleanno a suo padre con una carezza, stia tranquilla".  

Il post di Morena
“Ho meno di 24 ore per trovarti, non so se sei un medico o un infermiere ma domani, 13 dicembre, è il compleanno del mio papà Salvatore, letto 291. Vorrei chiederti di fargli una carezza da parte mia e da tutta la sua famiglia. Papà - scrive ancora Morena - ci tiene tanto al suo compleanno! So che hai molto da fare in questo periodo e ti ringrazio per quello che state facendo sia tu che i tuoi colleghi, ma se hai anche solo un minuto puoi fargli una carezza?".

La gara di solidarietà sul web
Il post è stato condiviso in pochi minuti da molti naviganti che si sono mobilitati per raggiungere Salvatore così come l’ospedale di Vimercate. Sono arrivati nomi, numeri di telefono, suggerimenti fino all'amministratrice della pagina Fb 'Sei di Monza se..', Lorena Giovenzana, che si è messa direttamente in contatto con la direzione ospedaliera di Vimercate.
Ieri sera Morena, che vive con la famiglia a Monza ed è in attesa di un bambino, ha raccontato che un infermiere le aveva fatto fare una video chiamata con il papà. Salvatore è stato ricoverato mercoledì scorso per una insufficienza respiratoria ed è arrivato nell'ospedale brianzolo, in una delle zone più colpite dalla seconda ondata della pandemia con oltre 1.700 morti finora, 500 solo a novembre. Salvatore però ha vecchio cellulare. Da qui l’appello della figlia che scrive: ”Quello che volevo io non era solo parlargli, volevo proprio che qualcuno avesse un gesto di affetto per lui, una carezza appunto, da parte mia e di tutta la sua famiglia, perché so quanto il compleanno sia importante per lui, lo ha sempre festeggiato con tutti noi".  Questa mattina non solo è arrivata la carezza ma un video messaggio con tutta la sua famiglia.