Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/uragano-Matthew-investe-Cuba-e-spaventa-Bahamas-e-Miami-d1176774-5d20-43f5-a777-e1c002371dce.html | rainews/live/ | true
MONDO

Caraibi

L'uragano Matthew investe Cuba e spaventa Bahamas e Miami

Dopo aver provocato vittime e danni sull'isola e ad Haiti, toccata da venti che hanno superato i 230 km orari, il ciclone si avvicina alle Bahamas e alla Florida. Venticinque finora i morti provocati dal suo passaggio. Obama: è potenzialmente devastante, evacuate

Condividi

L'Uragano Matthew continua a fare vittime nella sua corsa attraverso il Mar dei Caraibi. Il bilancio provvisorio è ora di 25 morti: 19 ad Haiti, 4 nella Repubblica Dominicana, uno nell'arcipelago caraibico di St. Vincent e Grenadine e uno nel nord-est della Colombia. Lo riporta Nbc
news.

L'uragano viaggia ora verso le Bahamas e la Florida, con venti fino a 215 km orari.

Onu: grave crisi umanitaria ad Haiti
Matthew ha provocato la "più grande crisi umanitaria" nella storia di Haiti dal devastante terremoto che colpì il Paese caraibico nel 2010, con almeno 350mila persone colpite. Lo hanno dichiarato le Nazioni Unite, facendo sapere che circa 10mila haitiani sono stati sistemati nei rifugi, mentre gli ospedali sono sotto pressione e l'acqua scarseggia.

Obama: "potenzialmente devastante, evacuate"
Matthew potrebbe essere devastante per la Florida. Il presidente americano Barack Obama mette in guardia la popolazione dopo aver fatto visita al quartier generale della Fema (la protezione civile americana) e dopo essere stato aggiornato sulla situazione relativa all'uragano. Obama ha detto che potrebbero esserci gravi conseguenze e ha invitato i residenti interessanti e seguire gli ordini di evacuazione.

Appello del governatore della Florida: fate scorte di cibo e acqua
E iI governatore della Florida, Rick Scott, ha chiesto ai residenti di fare scorte di cibo e acqua per almeno tre giorni, oltre che a prepararsi ad interruzioni nel servizio della corrente elettrica. Scott ha anche aggiunto altri 100 soldati ai 200 già mobilitati della Guardia Nazionale.

Bahamas, chiuso l'aeroporto di Nassau
In attesa dell'arrivo di Matthew, le autorità delle Bahamas hanno deciso di chiedere l'aeroporto di Nassau a partire dalle 11 ora locale. Il governatore del sud Carolina Nikki Haley ha invece fatto sapere che sono pronti 110 alloggi di emergenza in caso di necessità. 

Su Cuba venti oltre i 200 km orari
Inondazioni ad Holguin, una delle città più importanti della zona orientale di Cuba, e l'interruzione dell'energia elettrica in molto punti dell'area: sono le conseguenze del passaggio di Matthew in quella regione dell'isola. Matthew ha toccato il territorio cubano nel tardo pomeriggio di ieri (ora locale) all'altezza di Punta Caleta, sulla costa meridionale nella provincia di Guantanamo. Ha imperveresato sul territorio cubano per oltre quattro ore con raffiche di vento che a tratti hanno toccato anche i 250 km orari. Matthew è un uragano di grande "pericolosità", ha ricordato il responsabile del centro pronostici dell'istituto meteo dell'Avana, Jose' Rubiera, mentre i media sottolineano che si tratta del ciclone tropicale più potente a colpire la zona caraibica dal 2007.