Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/usa-dati-disoccupazione-24d75f88-6a0c-43f3-8728-191230a6c312.html | rainews/live/ | true
MONDO

Gli analisti si aspettavano un incremento di 196mila unità

Stati Uniti: disoccupazione scende al 6,7%, meglio del previsto

Il numero di persone al lavoro cresce ben sotto le aspettative. Gli occupati negli Usa sono saliti soltanto di 74mila unità a dicembre

Condividi
Nel mese di dicembre gli Stati Uniti hanno creato soltanto 74mila posti di lavoro, poco più di un terzo dei quasi 200mila previsti dagli analisti, nonché il numero peggiore dall'ottobre 2011. Poco importa se il tasso di disoccupazione è sceso al 6,7% dal 7% di novembre, il minimo dall’ottobre 2008. La percentuale a cui guardano con preoccupazione gli investitori è quella relativa al tasso di partecipazione alla forza lavorativa, sceso ai minimi record. Lo riferisce il Dipartimento del Lavoro Usa. 

Fed e tapering
Questi dati potrebbero complicare la missione della Federal Reserve, che sta piano piano allentando gli stimoli straordinari di Quantitative Easing decisi a dicembre (il cosiddetto tapering). La Banca Centrale potrebbe decidere una pausa nel vertice del 28 e 29 gennaio, quello che segna anche il passaggio delle consegne al vertice da Ben Bernanke a Janet Yellen. La Fed aveva infatti dato fiducia proprio ai miglioramenti notati sul mercato del lavoro e indicato che il tapering sarebbe stato legato all'andamento dell'economia.