Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/visco-euroscetticismo-rischio-paralisi-politica-afaaec6c-2330-468a-acf1-dcb6f94d1a06.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Bankitalia, Visco: euroscetticismo crescente, rischio paralisi politica

Condividi
“Questo è un anno di appuntamenti elettorali europei che inizieranno tra pochi giorni in Olanda" e che potrebbero vedere l'avanzare di "un euroscetticismo che rischia di condizionare la coesione e il percorso di integrazione dell'Unione" europea. Lo ha detto il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, intervenendo alla decima conferenza organizzata dalla banca centrale e la Farnesina. Maggiore integrazione, per Visco, è tanto più necessaria per la "incompletezza manifesta dell'Unione, e in particolare dell'Unione economica e monetaria, incompletezza che genera di per sé instabilità, in una spirale perversa" che può portare ad ulteriore euroscetticismo e instabilità.  

"A 60 anni dalla firma dei trattati di Roma il rischio di una paralisi politica in Europa non è mai stato così elevato e richiede una risposta unitaria". "La Brexit e le politiche non ancora ben definite di Trump sono possibili viatici di istanze disgregatrici e il senso d'insoddisfazione delle popolazioni nei confronti delle politiche europee costituiscono tendenze che vanno approfondite per cambiare il modus operandi delle istituzioni europee”.  Per il governatore  c'è "il rischio che si verifichi una spirale perversa di politiche nazionalistiche".