Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/washington-allarme-dopo-notizie-di-sparatoria-base-marina-militare-0555f961-1add-4c28-8a6a-4cd64c9ebd86.html | rainews/live/ | true
MONDO

Stati Uniti

Washington, allarme dopo sparatoria: controlli nella base della Marina

Non ci sono stati morti né feriti in seguito ai presunti spari uditi al Navy Yard di Washington. Lo ha riportato il canale Cbs News sul proprio profilo Twitter. In un altro post sul social network, il canale ha affermato che secondo numerose fonti non è stato trovato alcun aggressore nella struttura della marina militare americana. Le ricerche sono comunque ancora in corso

Condividi
Non c'è nessuna vittima o ferito nella Navy Yard, una sede della Marina a Washington isolata dalla polizia dopo la notizia di spari all'interno. Portavoci della struttura della Marina e del dipartimento dei vigili del fuoco ha confermato il falso allarme dopo la grande preoccupazione a Washington. Non è stato individuato neanche il presunto uomo armato, così come confermato dal tenente-colonnello Scott Williams, che ha riferito di non aver udito alcuno sparo, ma solo di aver visto persone fuggire e urlare di "stare lontani dalla caffetteria". Williams, insieme a dei colleghi, si era prima chiuso in ufficio ed era stato poi scortato fuori dal complesso.




Dopo la segnalazione di una sparatoria la polizia è subito intervenuta sul posto isolando la zona e chiudendo le strade ma l'Fbi ha successivamente spiegato che la notizia della sparatoria non trovava conferme con la Marina che attraverso un tweet, ha reso noto che "nessun incidente può essere al momento confermato".




I responsabili della Marina hanno però confermato come sia scattato l'allarme in tutta l'area della base che si trova a meno un chilometro e mezzo da Capitol Hill, sede del Congresso americano. Gli occupanti del Navy Yard sono stati quindi invitati a mettersi al riparo e sul posto massiccia la presenza di forze dell'ordine. All'interno dell'edifico c'erano tra le 60 e le 80 persone.