Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/whirlpool-tavolo-sindacati-ventitre-giugno-b8259c78-351d-471a-b2b2-6172bd924550.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Posti di lavoro a rischio

Whirlpool. Mise: tavolo il 23 giugno. Fiom: se azienda prosegue con licenziamenti blocchiamo tutto

Fiom: adesione allo sciopero altissima. Manifestazione dei lavoratori davanti al Mise

Condividi
Prove di dialogo sul caso dello stabilimento Whirlpool di Napoli al Mise. Il tavolo si terrà mercoledì 23 giugno: la data, a quanto si apprende, è stata indicata dalla viceministra dello Sviluppo economico, Alessandra Todde, ai sindacati, che oggi manifestano davanti al Mise contro i licenziamenti e la chiusura dello stabilimento di Napoli. 

"Dal 23 al 30 abbiamo quel tempo per convincere noi Whirlpool a non aprire le procedure perché dal 2 luglio l'azienda può aprire il licenziamento collettivo", dice la segretaria della Fiom Barbara Tibaldi, parlando con i lavoratori dopo l'incontro al Mise con Todde.

La sindacalista aggiunge che "Napoli deve essere riaperta, il Governo pare venga il 23 a presentare una proposta diversa da quella di Whirlpool, ma quello che è importante è che non si deve entrare nella procedura di licenziamento collettivo".

Infine avverte, parlando della multinazionale, "se non cambiano idea sui licenziamenti, siamo pronti alla mobilitazione generale e a bloccare tutto". Non vogliamo sottostare a nessun tipo di ricatto", ha aggiunto Tibaldi.  

Oggi Fim, Fiom e Uilm hanno proclamato 8 ore di sciopero in tutti i 7 stabilimenti del gruppo. I lavoratori chiedono interventi contro i licenziamenti e la chiusura dello stabilimento di Napoli e per il futuro di Whirlpool Italia, con il rispetto, anche per gli altri siti, del piano industriale sottoscritto nel 2018 proprio in quella sede.

"L'adesione allo sciopero è altissima. Sono chiusi i cancelli a Varese con adesione al 100%, in tutti gli altri stabilimenti si attesta al 95%", ha detto Tibaldi. Questa è "una questione che riguarda tutti i lavoratori del gruppo e il loro futuro. Salvare Napoli è salvare Whirlpool. Non consentiremo che la vertenza venga dimenticata. Serve investire nell'industria italiana e nell'industria che porta lavoro in Italia", ha aggiunto. 

La piazza ha inoltre osservato un minuto di silenzio per il lavoratore morto questa mattina investito da un camion, durante una manifestazione, davanti ai cancelli della Lidl di Biandrate (Novara).