In vista del Capodanno code infinite per i tamponi

Le indicazioni della Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici

In vista del Capodanno code infinite per i tamponi
Ansa
Torino, persone in fila davanti a una farmacia

File ovunque: dai drive-in delle Asl, alle farmacie e ai laboratori privati. È la situazione creatasi con il grande afflusso di persone che cercano di eseguire un tampone in vista del Capodanno. 

Il video che ci ha inviato un nostro utente, documenta quanto avvenuto giovedì in un laboratorio multifunzionale privato a Roma: 3 ore di fila per un prelievo, nonostante la prenotazione, e altre 3 per il risultato di un tampone antigenico rafforzato (test con attendibilità al 96%), contro le normali 2 ore di attesa.

È una follia sanitaria che mette a rischio il sistema - commenta Arturo Cavaliere, presidente della Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici delle Aziende Sanitarie (Sifo) - Il tampone deve essere dedicato a chi ne ha realmente bisogno: le persone che sono entrate in contatto con soggetti positivi, quelle con dei sintomi chiari, e chi deve dimostrare la fine quarantena. Riteniamo che aver trasformato il Green Pass da tampone in un lasciapassare per le vacanze, per la settimana bianca e per i cenoni, sia una scorciatoia che ha poco a che fare con la tutela della salute. Tante persone - continua Cavaliere - si sentono legittimate a recarsi ai drive-in sanitari sollecitando i propri Medici di base, oberati da migliaia di chiamate con sintomi spesso difficili da riscontrare, rischiando di fare esplodere sia il sistema organizzativo, che il sistema del tracciamento del virus. Questo si traduce in un rischio di collasso per il sistema sanitario e per gli operatori".

Ricordiamo che nella giornata di giovedì sono stati eseguiti 1,1 milioni di tamponi molecolari e antigenici, con un tasso di positività dell’11%. Giovedì 23 dicembre erano stati 900 mila e il tasso di positività 7 giorni fa era del 4,95%. Negli ultimi 7 giorni (24-30 dicembre) il tasso di positività medio è stato del 9%.