I prezzi aumentati in tutta Europa

Gli aumenti del 2022: nel primo trimestre +55% la luce e +41,8% il gas

I 3,8 miliardi di euro circa stanziati dal Governo con la Legge Bilancio 2022 sono stati destinati al contenimento delle bollette delle famiglie e delle microimprese

Gli aumenti del 2022: nel primo trimestre +55% la luce e +41,8% il gas
Ansa

Dal 1° gennaio 2022 arrivano nuovi aumenti per luce e gas. L'Authority di regolazione per l'energia, l'acqua, i rifiuti (Arera) fa sapere che la bolletta dell’elettricità lieviterà del 55% e quella del gas del 41,8% nel primo trimestre del nuovo anno.

Gli effetti finali degli aumenti per la bolletta elettrica la spesa per la famiglia-tipo, nel periodo compreso tra il 1° aprile 2021 e il 31 marzo 2022, sarà di circa 823 euro, con una variazione del +68% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell'anno precedente (1° aprile 2020 - 31 marzo 2021), corrispondente a un incremento di circa 334 euro/anno. Nello stesso periodo, la spesa della famiglia tipo per la bolletta gas sarà di circa 1.560 euro, con una variazione del +64% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell'anno precedente, corrispondente ad un incremento di circa 610 euro/anno.

I 3,8 miliardi di euro circa stanziati dal Governo con la Legge Bilancio 2022 sono stati destinati al contenimento delle bollette delle famiglie e delle microimprese: 1,8 miliardi di euro andranno alla riduzione degli oneri generali di sistema per l'elettricità e 480 milioni per quelli gas nel prossimo trimestre, oltre a 912 milioni destinati al potenziamento dei bonus. A questo si è aggiunta una riduzione al 5% dell'Iva per le bollette gas. L'Autorità, per il settore elettrico, ha conseguentemente potuto confermare la riduzione degli oneri generali di sistema per il trimestre gennaio-marzo 2022 previsto per la generalità dei clienti elettrici, e l'azzeramento per i clienti domestici e le piccole attività in bassa tensione.

Anche la bolletta gas per il primo trimestre 2022, grazie alle risorse straordinarie stanziate, sarà meno pesante per la parte relativa agli oneri di sistema, anch'essi pressoché azzerati per la generalità delle utenze. Le misure del Governo, sottolinea Arera, consentono di mantenere sostanzialmente invariata la spesa per elettricità e gas per le famiglie che percepiscono i bonus sociali elettricità e gas. Per queste famiglie, peraltro, da luglio è attivo l'automatismo che consente a chi ne ha diritto (nuclei con Isee non superiore a 8.265 euro, 20.000 se con più di 3 figli) di trovare il bonus sociali direttamente accreditato in bolletta, semplicemente effettuando la richiesta dell'Isee. Resta invece necessaria la compilazione della domanda per le riduzioni da disagio fisico (utilizzo di apparecchiature elettromedicali salvavita).

Il bonus ''automatico'' in bolletta è operativo grazie alla collaborazione tra Arera e i soggetti che gestiscono i dati dell'Isee e delle utenze, rispettivamente Inps e Acquirente Unico. Gli aumenti delle bollette, rileva Arera, rispecchiano la forte crescita delle quotazioni internazionali delle materie prime energetiche e del prezzo della CO2. In particolare, il prezzo spot del gas naturale al Ttf (il mercato di riferimento europeo per il gas naturale) è aumentato, da gennaio a dicembre di quest'anno, di quasi il 500% (da 21 a 120 euro/MWh nei valori medi mensili); nello stesso periodo, il prezzo della CO2 è più che raddoppiato (da 33 a 79 euro/tCO2). Analoghe ripercussioni sui prezzi per i consumatori finali si sono registrate in tutta Europa.

"Per 2,5 milioni di nuclei familiari aventi diritto, in base all'Isee, ai bonus sociali per l'elettricità e per 1,4 milioni che fruiscono del bonus gas gli incrementi tariffari sono stati sostanzialmente compensati". Arera infatti ha potenziato i bonus che, per il solo primo trimestre 2022, sosterranno le famiglie in difficoltà con circa 600 euro: 200 euro per l'elettricità (famiglia con 3-4 componenti) e 400 euro per il gas (famiglia fino a 4 componenti, con riscaldamento a gas in zona climatica D)".

Arera, come previsto dalla legge di bilancio ha inoltre definito per i clienti domestici che dovessero trovarsi in condizioni di morosità, le modalità di rateizzazione delle bollette di elettricità e gas emesse da gennaio ad aprile 2022, per un periodo massimo di 10 mesi e senza interessi. Per il sistema di rateizzazione è previsto un fondo di 1 miliardo di euro, con un meccanismo di anticipo alla filiera elettrica da attuarsi con la Cassa per i Servizi Energetici e Ambientali. "Siamo in presenza di una situazione assolutamente eccezionale - afferma il presidente dell'authority Stefano Besseghini - Anche Arera cerca di dare il proprio contributo sfruttando le limitate leve disponibili delle bollette e lo strumento dei bonus sociali elettricità e gas. Come già avvenuto nella fase del lockdown, sarà determinante l'azione responsabile dei consumatori. Il risparmio energetico è uno strumento cui guardare con attenzione, ma serve anche la solidarietà tra consumatori, che si esprime anche nella puntualità dei pagamenti per chi ne ha la possibilità. Siamo coscienti che parti importanti della società si trovano oggi di fronte a difficoltà pesanti e inattese, Arera sta valutando modifiche a quella parte di regolazione che normalmente si applica alle fasi ordinarie, adeguandola, coerentemente con il proprio mandato istitutivo, ad una situazione che non ha precedenti".