Così la Commissione delle Conferenze Episcopali dell'Unione europea

Il Vaticano all'Ue: "Evitare riferimenti al Natale è discriminatorio per i cristiani"

Il cardinale Jean-Claude Hollerich risponde a una domanda sul documento, promosso due settimane fa, sull'uso di riferimenti alla religione cristiana all'interno delle istituzioni europee

Il Vaticano all'Ue: "Evitare riferimenti al Natale è discriminatorio per i cristiani"

Sbagliato evitare i riferimenti religiosi al Natale: dal Vaticano arriva una prima, ufficiale presa di posizione attraverso il rappresentante delle conferenze episcopali dell’Ue, Jean-Claude Hollerich. “Quest'istruzione dell'Unione Europea papa Francesco l'ha definita anacronistica, e ha ragione: perché è vero che l'Europa adesso è un'entità multiculturale, ma anche multireligiosa, e la risposta ad avere molte religioni in Europa non è mettere le religioni nella sfera del privato, ma dare accesso a tutte”.

Così il cardinale Hollerich, arcivescovo del Lussemburgo e presidente della Comece (Commissione delle Conferenze Episcopali dell'Unione Europea), ha risposto a una domanda dei giornalisti sul documento Ue che sconsigliava l'uso dei riferimenti al Natale, durante la conferenza stampa in Vaticano per la presentazione della terza edizione delle Giornate Sociali Cattoliche Europee sul tema “L'Europa oltre la pandemia: un nuovo inizio”, che si svolgerà a Bratislava, in Slovacchia, dal 17 al 20 marzo 2022.

Non nominare il Natale significa una discriminazione pratica dei cristiani, che noi non posiamo accettare” ha affermato Hollerich. “Anche politicamente credo che non sia una buona mossa - ha proseguito il gesuita - perché spinge i cattolici a forme di populismo. Dunque, noi possiamo semplicemente incoraggiare i politici a non aver paura di fare una politica motivata da una fede cristiana. Se i cattolici in Europa vedono questi politici, poi non ricadono nella trappola dei politici populisti che utilizzano il nome della cristianità per i loro scopi, non seguiti tra l'altro da un vero atteggiamento cristiano”.