Il prezzo del gas ha recentemente toccato il record storico in Europa

Sul gas russo Gazprom risponde alle accuse: "Non stiamo diminuendo le forniture in Europa"

Il portavoce, Sergey Kupriyanov, riferisce che la compagnia sta rispettando gli impegni, e che ha anche aumentato i volumi rispetto allo scorso anno. Le colpe ricadrebbero sulla Germania che riverserebbe il gas verso la Polonia

Sul gas russo Gazprom risponde alle accuse: "Non stiamo diminuendo le forniture in Europa"
(GettyImages)
Pipeline Inspection Gauge (PIG)

Con il prezzo del gas che ha toccato la scorsa settimana il suo record storico sui mercati europei sfondando il muro dei duemila dollari per mille metri cubi, gli occhi sono subito caduti su Mosca.

Le accuse alla Russia sul prezzo del gas

Analisti e politici, a partire da Josep Borrell, alto rappresentante europeo per Esteri e Sicurezza, hanno accusato il Cremlino di fare un gioco sporco con l’Europa, speculando sul prezzo attraverso la riduzione delle forniture per fare indebite pressioni politiche su alcuni motivi di contrasto. Il principale sarebbe l’entrata in funzione del raddoppio del gasdotto Nord Stream 2, ancora bloccato per motivi burocratici dalla agenzia federale delle reti della Germania.

La risposta di Gazprom

Sabato è giunta la risposta del colosso statale russo Gazprom che ha ribaltato le accuse, chiamando in causa la Germania che avrebbe riversato parte del gas alla Polonia: "C'è un'inversione del flusso di gas dalla Germania alla Polonia e apparentemente anche all'Ucraina, dell'ordine di 3-5 milioni di metri cubi al giorno", ha detto il portavoce di Gazprom Sergei Kuprianov, in un video trasmesso ieri sera.

"Il gas viene pompato dagli impianti di stoccaggio sotterranei in Germania, dove ne è già stato prelevato il 47%, e l'inverno è appena iniziato. Non è la decisione più razionale. Se parliamo del trasporto di gas attraverso il territorio dell'Ucraina, Gazprom ha adempiuto a tutti i suoi obblighi annuali nell'ambito del contratto di transito già il 15 dicembre e continua a trasportare il gas in questa direzione. Conclusione: tutti i suoi problemi l'Europa occidentale se li è creati da sola e non c'è bisogno di incolpare Gazprom per questo."

Gazprom, anzi, quest'anno ha fornito più gas

Secondo il rappresentante di Gazprom inoltre: "Tutte le accuse contro la Russia e Gazprom, che stiamo fornendo poco gas al mercato europeo, sono assolutamente infondate, inaccettabili e false, o, più semplicemente, sono una bugia. Quest'anno Gazprom ha fornito con contratto 50,2 miliardi di metri cubi alla Germania, 5,3 miliardi di metri cubi in più rispetto allo scorso anno. Gazprom ha fornito più gas rispetto all'anno scorso anche a Italia, Turchia, Bulgaria, Serbia, Danimarca, Finlandia e Polonia. Al contempo, alcuni nostri clienti, in particolare Francia e Germania, hanno già completamente ricevuto tutti i loro volumi contrattuali annuali e di conseguenza non presentano più richieste di forniture di gas.

Kupriyanov ha poi aggiunto che l'azienda è pronta ad aumentare le forniture con contratti a lungo termine a prezzi anche "significativamente inferiori a quelli attuali".