I dati del monitoraggio aerobiologico dell'Arpa Piemonte

Clima, le piante anticipano la fioritura: pollini in pieno inverno

Pollini in anticipo: in Piemonte l'inverno con poche pioggie e caldo quasi primaverile fa sbocciare piante fuori stagione

Clima, le piante anticipano la fioritura: pollini in pieno inverno
Pixabay
Piemonte, campagne piemontese

Le curve di fioritura stagionale che partono in vistoso anticipo, segnali che nei dati raccolti dall'Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale del Piemonte sembrano scandire il cambiamento climatico: in un inverno anomalo finora con pochissime precipitazioni ed una parentesi di caldo quasi primaverile - tra fine 2021 ed inizio 2022 - lo studio dell'Arpa nelle sue tre stazioni specializzate in queste rilevazioni - Cuneo, Novara ed Omegna- riporta chiaramente la fioritura anticipata di mesi, di alcune famiglie e generi botanici: tra i quali le Cupressaceae - alla quale appartengono i cipressi -  ed i Corylus - comunemente detti noccioli.

Omega: distribuzione delle concentrazione cumulaye do Cupra/Taxaceae Arpa Piemonte
Omega: distribuzione delle concentrazione cumulaye do Cupra/Taxaceae

Il picco anomalo del 15 Gennaio

Un timido inizio di fioritura a Gennaio - che da secoli partiva nella stagione primaverile - e l'emissione di polline: due segni che si uniscono al picco anomalo - informa Arpa - registrato il 15 gennaio scorso a Novara: 591 pollini al metro cubo di Cupressaceae. Non si tratta - specifica l'agenzia - di un evento unico: due precedenti negli inverni 2006-2007 e 2011- 2012, ma la novità è il ripetersi di questi fenomeni in modo "sempre più frequente e ravvicinato, e con un quantitativo di polline rilasciato incrementato"