Una ragazza su sei si sposa minorenne

Filippine: stop ai matrimoni precoci. Da oggi vietate le unioni con persone sotto i 18 anni

"Lo Stato - si afferma nel testo - considera il matrimonio precoce una forma di maltrattamento dei minori perché degrada e svilisce la dignità del bambino"

Filippine: stop ai matrimoni precoci. Da oggi vietate le unioni con persone sotto i 18 anni
GettyImages
Filippine, giovani spose

Finora una ragazza su sei si sposava prima di raggiungere la maggiore età. Da oggi, nelle Filippine, il matrimonio con persone di età inferiore ai 18 anni è vietato. Una legge apposita, entrata in vigore, prevede fino a 12 anni di carcere per chi si unisce in matrimonio con una persona non maggiorenne.

 "Lo Stato - si afferma nel testo - considera il matrimonio precoce una forma di maltrattamento dei minori perché degrada e svilisce il valore intrinseco e la dignità del bambino". D'ora in poi, chiunque si sposi, o anche solo conviva con una persona di età inferiore ai 18 anni, o organizza e celebra tali unioni, sarà punito con la reclusione di 12 anni. Sarà tuttavia ammessa una deroga per un anno per le comunità musulmane e indigene, tra le quali i fidanzamenti e i matrimoni precoci sono relativamente comuni. In questo periodo il governo conta di convincere questi strati di popolazione a rinunciare a questa pratica". Plan International, un gruppo britannico che si batte per i diritti umani e che ha fortemente spinto per il varo di questa legge, classifica le Filippine al dodicesimo posto nel mondo per numero di matrimoni precoci.