L'ondata di Omicron inizia a rallentare

In Francia oltre 500mila contagi in 24 ore. Il governo annuncia lo stop alle mascherine all'aperto

Al rientro dalle vacanze invernali, a fine febbraio, sarà messo un termine al protocollo sanitario anti covid per gli istituti scolastici, dice il premier Castex. Da lunedì super green pass

In Francia oltre 500mila contagi in 24 ore. Il governo annuncia lo stop alle mascherine all'aperto
LaPresse
Il primo ministro francese Jean Castex

L'ondata di omicron in Francia sta iniziando a rallentare "nelle regioni in cui ha iniziato a colpire per prima", in particolare nell'Ile-de-France. Lo ha dichiarato il primo ministro francese, Jean Castex, nel corso di una conferenza stampa nella quale ha spiegato che il numero dei pazienti in terapia intensiva è in diminuzione, mentre la pressione sugli ospedali "resta alta".

Nel giorno in cui la Francia fa registrare un nuovo record di contagi (525.527 casi nelle ultime 24 ore) il governo annuncia l'avvio di un allentamento delle misure, contestualmente all'introduzione di nuove regole.

Nella stessa conferenza stampa il primo ministro ha anche annunciato che il Governo francese darà il pass vaccinale (il cosiddetto Super Green Pass) a chi si vaccinerà per la prima volta entro il 15 febbraio, anche in assenza delle altri dosi. La condizione necessaria sarà che facciano poi la seconda dose entro 28 giorni e presentino un tampone negativo effettuato nelle ultime 24 ore. Castex ha anche annunciato l'apertura del richiamo per la terza dose a tutti gli adolescenti di 12-17 anni a partire da lunedì prossimo, 24 gennaio.

Il pass vaccinale, che entrerà in vigore in Francia lunedì prossimo, "potrebbe essere sospeso se l'epidemia e soprattutto la pressione ospedaliera dovessero calare in modo netto e stabile", ha dichiarato il primo ministro.

Al rientro dalle vacanze invernali, a fine febbraio, sarà messo un termine al protocollo sanitario anti covid nelle scuole, ha annunciato il primo ministro francese rivendicando la scelta di tenere aperte tutte le scuole. "17.000 classi sono state chiuse, sono tante -ha detto - ma rappresentano appena il 3,2%. Pensate se avessimo seguito l'idea di alcuni di chiudere il 100% delle classi...vi lascio immaginare le conseguenze".

Il governo francese potrebbe allentare le restrizioni attualmente in vigore dovute all'epidemia di coronavirus a partire dal prossimo febbraio ma il provvedimento è tuttavia legato all'entrata in vigore del pass vaccinale, prevista per il 24 gennaio salvo parere contrario della Corte Costituzionale.

In caso affermativo, a partire dal 2 febbraio lo smart working obbligatorio per almeno tre giorni a settimana sarà abbandonato a favore di un accordo individuale fra lavoratori e aziende; i locali notturni riaprirebbero invece i battenti dal 16 febbraio e sempre dal 2 febbraio non sarà più obbligatorio indossare mascherine all'esterno. Castex ha concluso sottolineando come la situazione generale pandemica nel Paese sia in corso di miglioramento e nel caso questa tendenza fosse confermata al di là delle attuali previsioni il pass vaccinale potrebbe essere sospeso.