Nessuna conferma ufficiale

Il giallo della morte di Luc Montagnier

Il premio Nobel per la medicina 2008 per le ricerche su virus Hiv, secondo France Soir, sarebbe deceduto l'8 febbraio. Cresce la polemica sui social: un complotto?

Il giallo della morte di Luc Montagnier
Ansa
Luc Montagnier
Il professor Luc Montagnier, Premio Nobel per la Medicina 2008, è morto pacificamente l'8 febbraio 2022 alla presenza dei suoi figli. 18 agosto 1932 - 8 febbraio 2022

La notizia è stata diffusa da France Soir il 9 febbraio mattina, senza conferma da parte di altre testate ufficiali francesi.

Secondo il sito bufale.net, "alcuni siti italiani (anche Mag24) sostengono che il tweet di Alexandra Henrion-Caude sia la conferma, ma la scienziata non menziona il premio Nobel. Solo Mediamass smentisce la notizia, ma non può considerarsi una fonte attendibile. La morte di Luc Montagnier resta, per ora, un giallo in cui le conferme arrivano soltanto da una fonte, le smentite da un sito segnalato in passato per fake news."

Anche Wikipedia non menziona la sua data di morte: "Nato il 18 agosto 1932, è un virologo francese insignito, con Françoise Barré-Sinoussi e Harald zur Hausen, del Premio Nobel 2008 per la Fisiologia o la Medicina per la sua scoperta del virus dell'immunodeficienza umana. Ha lavorato come ricercatore presso l'Istituto Pasteur di Parigi e come professore a tempo pieno presso la Shanghai Jiao Tong University in Cina." A 48 ore di distanza, l'enciclopedia di internet non aveva ancora cambiato versione.

Dal suo account personale su Twitter, il direttore di France Soir, Xavier Azalbert, ribadiva nel pomeriggio del 9 febbraio la notizia e aggiungeva dettagli.

L’insigne virologo francese negli ultimi tempi aveva abbracciato posizioni no-vax che hanno suscitato molte polemiche e vasta eco tra i sostenitori delle teorie contrarie al vaccino anti Covid.

Anche se la notizia non ha – a due giorni di distanza - trovato altre conferme da fonti ufficiali o dai principali media francesi e internazionali, sui social si moltiplicano i messaggi di cordoglio. In Spagna, l'edizione online di El Diestro conferma la notizia della morte di Luc Montagnier, citando a supporto la giornalista Cristina Martin Jiménez, che lo frequentava

"Stamattina (il 10 febbraio, ndr) abbiamo contattato Cristina per confermare tutto quello che aveva pubblicato e infatti lo ha fatto, Montagnier è morto a 89 anni. La conferma è stata data, direttamente, da familiari e amici, cosa che ci siamo immaginati perché conosciamo Cristina e sappiamo che non avrebbe pubblicato quei tweet se non lo avesse saputo con certezza. Ma siamo ancor di più sorpresi dal fatto che nessuno, nessun media mondiale abbia pubblicato questa triste notizia. Ci sembra addirittura incredibile, perché i nostri sospetti sono che tutto questo venga nascosto a causa della posizione che Montagnier ha mantenuto riguardo al virus. E deve essere quello perché non ci spieghiamo un altro il motivo", scrive El Diestro, il cui account su Twitter, tra l'altro, risulta sospeso per violazione della policy della piattaforma.

Account twitter sospeso @ElDiestro_ Twitter/@ElDiestro_
Account twitter sospeso @ElDiestro_