Aspro il commento del portavoce del Cremlino

Il colosso dell'informazione Bloomberg annuncia per errore l'invasione russa dell'Ucraina

Il titolo errato sarebbe rimasto online per circa mezz'ora, poi è stato cancellato. Sul sito dell’agenzia è stata pubblicata poi una nota di scuse

Il colosso dell'informazione Bloomberg annuncia per errore l'invasione russa dell'Ucraina
AP/LaPresse
Un convoglio di veicoli corazzati russi in Crimea

Un errore che avrebbe potuto avere conseguenze pesanti quello commesso dall’agenzia di informazione Bloomberg. Alle 22 circa di ieri sera ha diffuso per errore la notizia dell'avvio dell'invasione dell'Ucraina, con un titolo che sarebbe rimasto online circa mezz'ora, per poi essere cancellato.

La notizia sul sito di Bloomberg Bloomberg
La notizia sul sito di Bloomberg

Sul sito dell’agenzia di stampa è stata pubblicata poi una nota di scuse in cui si spiega che i titoli vengono preparati "per differenti scenari e quello che recitava 'La Russia invade l'Ucraina' è stato inavvertitamente pubblicato". Nella nota si assicurava anche che si sta indagando "sulle cause" dell'errore. Sui social media diversi utenti oggi riferiscono che la falsa notizia è stata subito ripresa da altre testate, tra cui il Wall Street Journal.

Il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov ha commentato tra il serio e faceto, facendo notare che "messaggi di questo tipo possono portare a conseguenze irreparabili" e che "ora invece di parlare di fake-news potremmo dire Bloomberg news".