Eurovision 2022

La cantante dell'Ucraina si ritira dall'Eurovision: "Sono un'artista non un politico"

La vincitrice del "Sanremo" ucraino è stata travolta da una vecchia polemica per "viaggi illegali" in Crimea

La cantante dell'Ucraina si ritira dall'Eurovision: "Sono un'artista non un politico"
Instagram/alinapash
Alina Pash non rappresenterà l'Ucraina all'Eurovision 2022

Solo una manciata di giorni fa festeggiava con un post su Instagram la vittoria al Vidbir 2022, il "Sanremo ucraino", biglietto d'ingresso per l’Eurovision Song Contest, con il brano, “Shadows of Forgotten Ancestors”. Oggi la cantante ucraina Alina Pash si è ritirata dalla competizione europea, travolta da una polemica che la insegue da anni, ma che si è intensificata con gli ultimi avvenimenti inerenti alla crisi con la Russia: è stata accusata sui social di aver tenuto dei concerti in Crimea dopo aver preso un volo da Mosca in violazione del regolamento del concorso Vidbir e della legislazione ucraina e di essere inclusa nel Data base ucraino "Peacemaker" per visite "illegali in Crimea". Visite smentite dalla stessa Alina.

Il Vidbir, il concorso canoro che dà l'accesso all'Eurovision, vieta agli artisti di esibirsi ad eventi pubblici e privati ​​organizzati in Russia, "nella Repubblica Autonoma di Crimea o in altro territorio occupato dell’Ucraina, e di entrare o uscire dal territorio della Repubblica Autonoma di Crimea o dai territori temporaneamente occupati di Donetsk e Luhansk in violazione della legislazione dell’Ucraina", ossia non dalla terraferma.

Alina in un'intervista del 2019 avrebbe raccontato di un viaggio in Crimea utilizzando il verbo "volare": non passando quindi attraverso la terraferma.

In un'altra intervista rilasciata qualche giorno, la Pash fa aveva precisato di essere andata in Crimea, annessa a Mosca, in autobus e per motivi personali, ma questo non è bastato a calmare la "guerra d'odio" scatenata sui social. La televisione pubblica ucraina, organizzatrice del Vidbir 2022, le ha chiesto una documentazione ufficiale che attestasse il passaggio in Crimea via terra, ma quella inviata dalla cantante è stata contestata e sono in corso delle indagini sulla sua veridicità.

Oggi la notizia del ritiro, sempre via social con l'invito agli ucraini a ''restare uniti, oggi è più importante che mai''.

''Sono una cittadina ucraina, seguo le leggi dell'Ucraina, cerco di portare le tradizioni e i valori dell'Ucraina nel mondo. Ciò che questa storia si è rivelata non è affatto ciò che dico nella mia canzone'', si legge su Instagram. ''Sono un'artista, non un politico e non voglio questa guerra virtuale e l'odio. La guerra principale ora è quella straniera che è arrivata nel mio paese nel 2014''. Poi l'annuncio: "Con il cuore spezzato, ritiro la mia candidatura a rappresentante dell'Ucraina all'Eurovision Song Contest. Sono profondamente dispiaciuta''.

Nata nella Transcarpazia, Alina Pash si è fatta conoscere partecipando alla versione ucraina di X Factor dove si è qualificata terza. Rapper e cantante, ha pubblicato tre album tutti in testa alle classifiche nazionali.