Politiche per il lavoro

Spagna, raggiunto accordo su salario minimo a 1000 euro

La ministra del Lavoro ed i sindacati hanno concordato sulla cifra per 14 mensilità, contrarie le organizzazioni degli imprenditori

Spagna, raggiunto accordo su salario minimo a 1000 euro
Ansa
La vicepremier e ministra del Lavoro spagnola Yolanda Díaz

La ministra del Lavoro spagnola nonché vicepremier Yolanda Díaz ha chiuso un accordo con i sindacati per portare il salario minimo mensile a 1000 euro netti per 14 mensilità. La norma è retroattiva e varrà dal 1° gennaio di quest’anno.

La variazione, la quinta in epoca Diaz, in realtà è di soli 35 euro in più rispetto al compenso fissato nel 2021, ma coinvolgerà 2 milioni di lavoratori, come ha twittato anche il premier Pedro Sánchez.

Le organizzazioni degli imprenditori

Contrarie le due principali associazioni degli imprenditori spagnoli, Ceoe e Cepyme. Entrambe convengono che «non è il momento» di alzare il salario minimo in un «contesto economico di incertezza», con settori particolarmente in crisi come l’agricoltura e il turismo.

Salario minimo nella UE Rainews.it
Salario minimo nella UE

Il salario minimo Nell'Unione europea

Il salario minimo è previsto in 21 Stati dell’Ue. Il più alto in Lussemburgo con oltre 2000 euro al mese, Irlanda, Paesi Bassi, Belgio, Germania e Francia lo hanno fissato sopra i 1500 euro. Slovenia e Spagna attorno ai 1000 euro, gli altri sotto i mille. In sei Paesi, tra cui l’Italia, non è presente una norma che lo fissi. Nel nostro Paese è prassi che la politica salariale sia frutto di contrattazioni di categoria tra sindacati, governo e imprenditori.