Gioielli nazionali

Tintin e i Puffi sui passaporti belgi. "Il fumetto è centrale della nostra cultura"

Dal 7 febbraio, i nuovi documenti saranno illustrati con alcuni dei fumetti più famosi del Paese. La ministra degli Esteri: "Sarà l'occasione per mettere in luce la nona arte"

Tintin e i Puffi sui passaporti belgi. "Il fumetto è centrale della nostra cultura"
Twitter/@BelgiumMFA
Belgio, il nuovo passaporto

Restano invariati nel prezzo (65 euro per gli adulti e 35 per i minori), nella validità (7 e 5 anni) e ovviamente nell'utilizzo, ma sono rivoluzionati nell'aspetto: i passaporti del Belgio, da domani, ospitano nelle loro pagine il razzo di Tintin, i Puffi, Lucky Luke, Spirou, Largo Winch, Bob & Bobette, e il Marsupilami.

Non vuol essere una versione semplificata per piacere ai bambini, ma un omaggio alla cultura del Paese, patria di alcune delle strisce a fumetti più amate al mondo.

Il nuovo passaporto, ha spiegato la ministra degli Esteri, Sophie Wilmès - ringraziando gli editori e quanti hanno concesso i diritti per poter inserire i personaggi nel nuovo documento - sarà "l'occasione per mettere in luce la nona arte, il fumetto, che è un elemento centrale della nostra cultura e della nostra influenza all'estero" ed ha anche aggiunto che questa personalizzazione offre nuove garanzie anti-truffa: "I nuovi passaporti sono anche più sicuri, grazie alle nuove tecniche di protezione e personalizzazione, e saranno riconoscibili grazie al loro design originale, che omaggia uno dei gioielli della nostra cultura: le eroine e gli eroi delle strisce a fumetti". La ministra ha poi aggiunto che gli aggiornamenti sono legati agli sforzi per evitare i furti di quello che ha definito come "l'oggetto del desiderio dei contraffattori". Il numero totale dei meccanismi e dispositivi anti-frode, infatti, sale a 48 dai 24 precedenti e il nuovo documento conterrà un codice a barre per i dati personali del titolare.

E anche che si preferisca Grande Puffo a Milou sarà un tratto identificativo.