Si tratta della più grossa incursione di Pechino dal gennaio scorso

Taiwan: violato lo spazio aereo da 13 caccia cinesi

In risposta all'incursione Taipei ha lanciato un avvertimento e spiegato i propri missili per "monitorare le attività" di Pechino

Taiwan: violato lo spazio aereo da 13 caccia cinesi
Gettyimages
Una pattuglia di caccia cinesi J10.

Il ministero della Difesa di Taiwan ha denunciato l'incursione di 13 aerei cinesi nella zona di difesa aerea dell'isola. Si tratta della violazione più grande fatta nell'ultimo mese dall'Esercito di liberazione popolare. Questo proprio nel giorno dell'incontro a Roma tra il consigliere per la Sicurezza nazionale Usa Jake Sullivan e il capo della diplomazia del Partito comunista Yang Jiechi.

Secondo i dati del ministero della Difesa di Taipei, a violare lo spazio aereo di Difesa di Taiwan sono stati cinque caccia J-16 e sette caccia J-10, oltre a un Y-8, impiegato per il trasporto tattico. In risposta all'incursione - una delle più alte per numero di velivoli coinvolti dal 23 gennaio scorso, quando furono 39 gli aerei militari cinesi a violare lo spazio aereo di Difesa dell'isola - Taiwan ha lanciato un avvertimento e spiegato i propri missili per "monitorare le attività" di Pechino.

E’ ragionevole pensare che il dossier Taiwan sia stato trattato nel colloquio tra Sullivan e Yang tenutosi oggi a Roma, dato che Pechino considera l'isola parte del suo territorio, da riunificare anche con la forza se necessario. La questione taiwanese rimane il nodo più difficile da sciogliere nei rapporti con gli Stati Uniti, con Pechino che si oppone a ogni forma di contatto ufficiale tra funzionari di Washington e le autorità di Taipei.