La guerra in Ucraina

Draghi sente Biden, Macron, Scholz e Johnson: "Unità di azione"

Il colloquio in vista dei prossimi vertici internazionali. Il Presidente Usa: "Gravi preoccupazioni per le tattiche brutali della Russia in Ucraina"

Draghi sente Biden, Macron, Scholz e Johnson: "Unità di azione"
Palazzo Chigi
Mario Draghi oggi a Palmanova

“Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha avuto oggi pomeriggio una conversazione telefonica con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, il presidente francese Emmanuel Macron, il Cancelliere tedesco Olaf Scholz e il premier britannico Boris Johnson, in preparazione del vertice Nato di giovedì prossimo e della partecipazione del presidente Biden al prossimo Consiglio europeo. I leader hanno riaffermato l’importanza della unità di intenti e di azione dimostrata di fronte alla guerra in Ucraina e alle sue ripercussioni. Di fronte alla grave emergenza umanitaria i leader si sono impegnati  a coordinare gli sforzi per aiutare la  popolazione ucraina in fuga dal conflitto o bloccata in patria”.

È quanto riferisce un comunicato stampa di Palazzo Chigi, che nelle ore precedenti aveva fatto sapere che il presidente del Consiglio si sarebbe collegato direttamente da Palmanova, dove è andato oggi in visita all'hub della Protezione civile per smistare gli aiuti destinati all'Ucraina. 

La Casa Bianca ha tenuto a far sapere che nel corso del colloquio si è "discusso delle loro gravi preoccupazioni riguardo alle tattiche brutali della Russia in Ucraina, compresi gli attacchi  ai civili". In un comunicato da Washington, si sottolinea che "è stato ribadito il continuo sostegno all'Ucraina, che comprende l'assistenza militare ai coraggiosi ucraini che stanno difendendo il loro Paese dall'aggressione russa, l'assistenza umanitaria per i milioni di ucraini che stanno fuggendo dalle violenze".

Senza però dimenticare "gli sforzi diplomatici per raggiungere il cessate-il-fuoco richiesto dall'Ucraina". Biden "vedrà i leader di nuovo questa settimana e questa telefonata è con un gruppo di leader che ha visto alcune volte e, quando hanno avuto l'ultimo colloquio, la scorsa settimana o quella prima, si sono lasciati con l'idea di farlo su base regolare". Questo per "mantenere una linea aperta di comunicazione su come rispondere all'azione brutale del presidente Putin in Ucraina".

"Il coordinamento tra i partner e gli alleati europei continua senza sosta sulla questione della guerra in Ucraina". Lo fa sapere l'Eliseo, ricordando che il presidente francese Emmanuel Macron ha partecipato alla teleconferenza con i leader di Germania, Stati Uniti, Italia e Regno Unito, il cosiddetto "Quintetto".