La guerra in Ucraina

"Putin rischia un golpe per mano dei servizi russi"

Una fonte "dal cuore dell'intelligence russa" parla di un "crescente malcontento" per gli effetti delle sanzioni e gli insuccessi sul campo

"Putin rischia un golpe per mano dei servizi russi"
Ap photo
Vladimir Putin

In Russia ogni settimana che passa aumenta il rischio di un golpe contro Putin a opera del Servizio di sicurezza federale (Fsb), l'ex Kgb. È quanto emerge da alcune mail inviate da una fonte "nel cuore dell'intelligence russa" all'attivista in esilio Vladimir Osechkin, fondatore del progetto gulagu.net, e citate dal Times di Londra.

Secondo il whistleblower, caos e malcoltento starebbero montando all'interno dei servizi segreti, a loro volta additati da Putin come responsabili del mancato raggiungimento dell'obiettivo di rovesciare il governo di Kiev. Gran parte di questi sentimenti deriverebbero dalle conseguenze delle sanzioni occidentali sugli stessi agenti dell'Fsb, da più parti ritenuti la "nuova nobiltà" di Mosca e che non potrebbero più "andare in vacanza nelle loro ville in Italia e portare i loro figli a Disneyland Paris"

Spiega Osechkin al quotidiano inglese: "Per vent'anni Putin ha creato stabilità in Russia. I funzionari dei servizi, i poliziotti, i magistrati, tutte queste persone interne al sistema di potere hanno potuto vivere bene. Ma ora tutto ciò è perduto. Si rendono conto che questa guerra è una catastrofe per l'economia, per l'umanità. Non vogliono tornare ai tempi dell'Unione sovietica".

Tra le mail ricevute da Osechkin, ritenute autentiche da diversi esperti in materia di intelligence russa, in una datata 4 marzo al fonte descrive la guerra come "un fallimento totale" paragonabile solo al collasso della germania nazista. L'11 marzo due dirigenti del Fsb sono stati arrestati posti ai domiciliari, altri 20 agenti hanno subito perquisizioni. Il whistleblower non è tra questi, ma ha chiesto a Osechkin di "mandare i miei saluti a tutti".