Guerra: la posizione del capo della Chiesa ortodossa

Il patriarca russo Kirill torna a difendere la guerra: "Amiamo la pace, ma dobbiamo difenderci"

In una celebrazione ieri con le forze armate, ha detto: "Siamo un Paese che ama la pace, ma amiamo la nostra Patria e saremo pronti a difenderla nel modo in cui solo i russi possono difendere il loro Paese

Il patriarca russo Kirill torna a difendere la guerra: "Amiamo la pace, ma dobbiamo difenderci"
GettyImages
Patriarca russo Kirill

Mentre il conflitto in Ucraina degenera e continua a seminare orrore,  il Patriarca di Mosca Kirill torna a difendere la guerra. Durante la liturgia celebrata nella Cattedrale Patriarcale con le forze armate, ha detto: "Siamo un Paese che ama la pace e non abbiamo alcun desiderio di guerra, ma amiamo la nostra Patria e saremo pronti a difenderla nel modo in cui solo i russi possono difendere il loro Paese".  

Secondo il capo della Chiesa ortodossa russa "la maggior parte dei Paesi del mondo è ora sotto l'influenza colossale di una forza, che oggi, purtroppo, si oppone alla forza del nostro popolo". "Allora dobbiamo essere anche molto forti. Quando dico 'noi', intendo, in primis, le forze armate ma non solo. Tutto il nostro popolo oggi deve svegliarsi".

"Siamo un Paese che ama la pace e non abbiamo alcun desiderio di guerra, ma amiamo la nostra Patria e saremo pronti a difenderla nel modo in cui solo i russi possono difendere il loro Paese"

Patriarca russo Kirill