Calcio

Wall Street Journal: "Il co-proprietario dei Dodgers tratta l'acquisto del Chelsea"

Offerta da 3 miliardi di dollari. In corsa anche altri tre gruppi ed imprenditori americani ed inglesi. Buona parte dei proventi andranno in beneficenza per le vittime di guerra in Ucraina

Wall Street Journal: "Il co-proprietario dei Dodgers tratta l'acquisto del Chelsea"
Ansa (EPA/Andy Rain)
Londra, lo stadio del Chelsea

Il co-proprietario dei Dodgers (la famosa squadra di baseball di Los Angeles) Todd Boehly, uomo d'affari e filantropo americano, è entrato in "trattative esclusive", per l'acquisto della squadra di premier league britannica Chelsea, che il miliardario russo Roman Abramovich ha messo in vendita, dopo le sanzioni imposte dal governo del Regno Unito. Lo scrive il Wall Street Journal. 

Già nel 2019 Boehly - che possiede il 20% dei Dodgers - aveva tentato di rilevare il club per tre miliardi di sterline, ma Abramovich allora respinse l'offerta. Secondo il quotidiano finanziario statunitense, la vendita dovrebbe essere valutata oltre 3 miliardi di dollari, stabilendo un prezzo di vendita record per una squadra sportiva professionistica.

Chelsea Getty
Chelsea

Anche il miliardario britannico Jim Ratcliffe ha presentato un'offerta invece 4,25 miliardi di sterline (circa 4,8 miliardi di euro) per l'acquisto: il tentativo è stato lanciato all'ultimo minuto dopo che erano state già presentate tre offerte di investitori americani che sono in fase di valutazione. L'imprenditore ha inviato l’offerta alla banca d’affari che sta conducendo il processo di vendita del club londinese. 

La squadra fu messa in vendita a marzo, dopo che il proprietario russo Roman Abramovich fu sanzionato dal governo britannico per i suoi legami con il presidente russo Vladimir Putin in seguito all'invasione dell'Ucraina.

Ratcliffe - presidente del gigante chimico Ineos - è tifoso del Chelsea ed è il proprietario di altri due club europei (il Nizza ed il Losanna), nonché di una squadra di ciclismo e del team di vela della Gran Bretagna che partecipa alla Coppa America. Il gruppo Ineos ha affermato che "2,5 miliardi di sterline dell'offerta sono destinati ad un fondo di beneficenza per aiutare le vittime della guerra in Ucraina". Altri 1,75 miliardi, saranno invece - secondo la nota della società - investiti nel club nei prossimi 10 anni.

Secondo il cronista Ben Jacobs dell'emittente americana CBS, il processo di vendita, guidato dalla banca newyorkese Raine Group, ha raggiunto la sua fase finale questa settimana quando si sono tenuti gli ultimi incontri con i gruppi interessati.