Addio a Mickey Gilley, l'artista country che ispirò "Urban Cowboy" con John Travolta

Il musicista e manager texano se ne va a 86 anni. Oltre che artista di successo, era conosciuto come proprietario dello storico "Gilley's" di Pasadena, uno dei nightclub più grandi d'America

Addio a Mickey Gilley, l'artista country che ispirò "Urban Cowboy" con John Travolta
Getty

Se ne va a 86 anni Mickey Gilley, la star del country il cui nightclub texano fu di ispirazione per il film “Urban Cowboy” con John Travolta e Debra Winger, e per il grande revival del genere musicale che ne seguì. L’artista è morto sabato in un ospedale di Branson, nel Missouri. La causa del decesso non è stata resa nota. Nonostante il successo in campo musicale, con 17 brani numero uno nelle classifiche country tra il 1974 e il 1983, Gilley era meglio conosciuto come proprietario, con Sherwood Cryer, del Gilley's di Pasadena, in Texas, che divenne uno dei locali notturni più famosi degli Stati Uniti.

Il club era infatti enorme, con una pista da ballo che poteva ospitare fino a 5.000 persone. Tra le principali attrazioni della sala si ricorda un toro meccanico, su cui gli avventori più intrepidi facevano a gara per vedere chi riusciva a rimanere in sella più a lungo.