Mercati

Apertura incerta delle borse europee alle prese con i timori di recessione

Milano sale in avvio lo 0,22%, meglio rispetto a Londra, Francoforte e Parigi che viaggiano sulla parità

Apertura incerta delle borse europee alle prese con i timori di recessione
Pixabay
La situazione dei mercati

Dopo il calo venerdì di Wall Street e la discesa delle piazze asiatiche, c’è spazio in Europa per un modesto recupero. La battaglia ingaggiata dalle banche centrali per fronteggiare l’inflazione rischia di rallentare troppo l’economia, senza contare le ripercussioni della guerra in Ucraina e il Covid in Cina.

In questo contesto Milano sale in avvio lo 0,22%, meglio rispetto a Londra, Francoforte e Parigi che viaggiano sulla parità. I timori di recessione e quindi di minore richiesta di prodotti frenano il prezzo delle materie prime. Il petrolio del Mare del Nord è in calo a 111 dollari al barile, 2 in meno di venerdì.

Le tensioni si scaricano anche sul mercato dei titoli di Stato. Lo spread con i Bund tedeschi si è ulteriormente allargato a 205 punti base, ma soprattutto il rendimento del nostro Btp decennale è al 3,20%, un valore doppio rispetto a quello di inizio anno.