Calcio

Coppa Italia, l'Inter cerca contro la Juventus un trofeo che manca da 11 anni

Stasera all'Olimpico di Roma la finale della competizione

Una rivalità lunga 231 partite e 99 anni, se è vero che il primo incrocio è avvenuto il 7 ottobre 1923. Eppure è solo la terza volta che Juventus e Inter si affrontano in Finale di Coppa Italia. Stasera allo stadio Olimpico si assegna il trofeo nazionale con un derby d'Italia che promette gol e spettacolo.

I ragazzi di Inzaghi hanno una doppia motivazione per alzare al cielo il trofeo: l'Inter non vince la Coppa Italia da 11 anni e, inoltre, nelle due precedenti finali con la Juventus ha sempre perso. Tanti i giocatori che vorranno prendersi la scena domani sera nella finale di Coppa Italia a cominciare da Lautaro Martinez, in forma strepitosa e che alla Juventus ha già fatto male in Supercoppa.

Le formazioni

Queste le formazioni.

JUVENTUS (4-2-3-1): Perin; Danilo, De Ligt, Chiellini, Alex Sandro; Zakaria, Rabiot; Cuadrado, Dybala, Bernardeschi; Vlahovic.
A disp.: Szczesny, Pinsoglio, Arthur, Morata, Pellegrini, Kean, Bonucci, Rugani, Locatelli, Ake, Nicolussi, Miretti. All.: Allegri.

INTER (3-5-2): Handanovic; D'Ambrosio, De Vrij, Skriniar; Darmian, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Dzeko, Lautaro.
A disp.: Cordaz, Radu, Dumfries, Gagliardini, Sanchez, Ranocchia, Gosens, Correa, Vidal, Dimarco, Caicedo, Bastoni.  All.: Simone Inzaghi.

Arbitro: Valeri di Roma.

Sarà Arisa a cantare l’Inno di Mameli prima della Finale

Tra le voci più eleganti e inconfondibili del panorama italiano, Arisa eseguirà l’Inno di Mameli subito prima del fischio di inizio, con le due formazioni e gli ufficiali di gara già allineati sul terreno di gioco, accompagnata dalla banda dell'Arma dei Carabinieri.