Elisabetta Franchi aveva detto di assumere solo donne oltre gli 'anta'

L'imprenditore che assunse donna incinta risponde a stilista Franchi: "Lei vuole persone a servizio"

“Non mi sento suo collega, proprio no”- ha dichiarato attraverso i social l'imprenditore digitale Simone Terrieri - lei non è un'imprenditrice, ma una donna d’affari”

L'imprenditore che assunse donna incinta risponde a stilista Franchi: "Lei vuole persone a servizio"
(Facebook/Simone Terreni)
Simone Terreni

Da pari a pari? Anche no. L’imprenditore Simone Terreni, ingegnere a capo dell’azienda VoipVoice di Montelupo Fiorentino (Firenze), non ci sta a essere definito nello stesso modo della stilista emiliana Elisabetta Franchi, finita nel frullatore mediatico, dopo aver appreso le sue dichiarazioni: “Nella mia azienda assumo solo donne che hanno superato gli ‘anta’, perché già hanno avuto figli, o sono separate”.

Non mi sento suo collega, proprio no”- ha dichiarato attraverso i social, lei non è un imprenditrice, ma una donna d’affari!"

Lui, titolare di un’azienda che opera nel settore digitale, alla ribalta della cronaca ci era finito qualche mese fa, per ragioni opposte. Aveva assunto una donna di 27 anni, Federica Granai, ‘nonostante’, durante il colloquio, lei avesse rivelato di essere incinta.

Ecco perché oggi Terreni ha deciso di rispondere alla Franchi attraverso i social, indicando qual è il suo concetto di imprenditoria e perché  agli antipodi rispetto a quanto dichiarato dalla donna. 

Nel lungo post pubblicato sul suo profilo Facebook, il titolare dell’azienda di Montelupo si rivolge direttamente alla stilista e scrive:

 

 

La stilista Elisabetta Franchi Ansa
La stilista Elisabetta Franchi

“Cara Elisabetta Franchi, mi si chiedeva un’opinione in merito a una sua intervista che ha suscitato un vespaio, ed è finita su tutti i social e tutti i media. Qualche settimana fa era toccato a me finire su tutti i social e su tutti i giornali per una vicenda opposta alla sua: una ragazza incinta era venuta a colloquio da me “confessando” con timore la sua gravidanza e io l’ho assunta lo stesso. Non entro nel merito delle sue affermazioni discriminatorie che si commentano da sole. Le faccio rilevare che se effettivamente si fosse comportata così sarebbe semplicemente fuorilegge. C’è però una cosa non mi torna.

Lei si definisce Imprenditrice. Io però non mi sento suo collega. Proprio no! Lei non è un’imprenditrice, ma una donna d’affari, abituata ad avere le persone al suo servizio H24. Un imprenditore, invece, è al servizio dei propri collaboratori e non viceversa. Un imprenditore assume le persone in base alle capacità e alle competenze e non in base al sesso o all’età. Un imprenditore sa pianificare e non teme di perdere una collaboratrice per qualche mese. Un imprenditore crea una squadra di persone, non un’azienda piramidale. Un imprenditore non ha paura di una gravidanza, ma è felice se con la sua azienda aiuta giovani madri e giovani padri a dare la vita a delle creature. Perché un bambino, lo ridico, non può mai essere un problema".

Un imprenditore crea una squadra di persone, non un’azienda piramidale. Un imprenditore non ha paura di una gravidanza, ma è felice se con la sua azienda aiuta giovani madri e giovani padri a dare la vita a delle creature. Perché un bambino non può mai essere un problema"

Simone Terreni, imprenditore