In diretta su Rai1 il 10, 12 e 14 maggio

Eurovision, il programma: 40 Paesi in gara, tanti ospiti. Tra le sorprese, il duetto Pausini-Mika 

Al via la 66° edizione di uno dei più grandi eventi di intrattenimento televisivo al mondo. Organizzato dall'Ebu, la principale alleanza mondiale dei Media di Servizio Pubblico e dalla Rai come Emittente Ospite

Eurovision, il programma: 40 Paesi in gara, tanti ospiti. Tra le sorprese, il duetto Pausini-Mika 
ansa/alessandro di marco
Eurovision song contest 2022 Torino

Tutto pronto per assistere alle performance degli artisti dei 40 Paesi in gara: l'Italia sarà rappresentata dalla coppia Mahmood & Blanco che porterà “Brividi”, il brano trionfatore della 72ª edizione del Festival di Sanremo. I tre padroni di casa, Laura Pausini, Alessandro Cattelan e Mika, sono pronti ad accogliere il pubblico.

Oltre che su Rai1, con il commento di Gabriele Corsi e Cristiano Malgioglio e  la partecipazione di Carolina Di Domenico, la diretta dell'Eurovision sarà trasmessa anche da RaiRadio 2, Rai Italia e disponibile su RaiPlay. 

Il concept di questa edizione, ‘The Sound of Beauty’ - ricorda la Rai in una nota - ha avuto origine dalla bellezza che caratterizza i paesaggi, la cultura e lo stile di vita italiani, ma, alla luce degli eventi attuali, ha assunto anche un significato più profondo, che va oltre i confini nazionali per abbracciare sempre di più i valori di universalità e inclusività, mai così importanti come in questo particolare momento storico, insieme alla volontà di celebrare la diversità attraverso la musica e di unire l'Europa su un unico palco”

Il programma: 

Prima semifinale, il 10 maggio, dove si esibiranno nell’ordine: Albania, Lettonia, Lituania, Svizzera, Slovenia, Ucraina, Bulgaria, Paesi Bassi, Moldavia, Portogallo, Croazia, Danimarca, Austria, Islanda, Grecia, Norvegia e Armenia. 

Sul palco del Pala Olimpico si scatenerà, inoltre, la “Dance of beauty”, dove ci si scatenerà grazie ai più grandi successi della dance italiana, con l'esibizione di Dardust, produttore artistico tra i più richiesti del momento, accompagnato dal dj-producer Benny Benassi e da Sophie and The Giants. Ospite della serata sarà Diodato che interpreterà “Fai Rumore”, brano vincitore di Sanremo 2020.

Seconda semifinale, il 12 maggio, aperta da una speciale performance di Alessandro Cattelan e vedrà le esibizioni di Finlandia, Israele, Serbia, Azerbaigian, Georgia, Malta, San Marino, Australia, Cipro, Irlanda, Macedonia del Nord, Estonia, Romania, Polonia, Montenegro, Belgio, Svezia e Repubblica Ceca. Nel corso della serata, il Volo tornerà sul palco dell'Eurovision per una nuova performance con “Grande Amore”, il singolo che, nel 2015 - quando il trio ha rappresentato l'Italia nella 60ª edizione dell'evento - si è aggiudicato il primo posto al televoto e il terzo in assoluto. 

Infine, in anteprima mondiale, sarà la volta di un inedito duetto tra due star internazionali del calibro di Laura Pausini e Mika.  

La finale, il 14 maggio, si aprirà con un momento dedicato al potere della musica di evocare la pace, durante il quale, ai Paesi qualificati, si aggiungeranno i cosiddetti Big Five - Italia, Francia, Germania, Spagna e Regno Unito – che accedono direttamente alla finale e hanno diritto di voto anche nelle semifinali (Italia e Francia nella prima, Regno Unito, Spagna e Germania della seconda). 

Laura Pausini ricorderà la propria carriera attraverso un medley dei suoi successi, che si concluderà con il suo ultimo singolo. 

Ospiti della serata, i Måneskin che torneranno all'Eurovision, dopo il trionfo dello scorso anno, presentando in anteprima mondiale tv dal vivo il nuovo singolo “Supermodel”. E poi un altro grande ritorno: la prima artista italiana ad aggiudicarsi la vittoria nella competizione: Gigliola Cinquetti che si esibirà con la sua “Non ho l'età” (per amarti). 

Speciale esibizione per Mika, all'insegna dell'importanza di combinare la parola pace con la parola amore, fino ad arrivare alla proclamazione del vincitore