Ciclismo

Giro d'Italia, il belga De Gendt si impone nell'8a tappa Napoli-Napoli

Ha battuto allo sprint altri tre compagni di fuga, Gaburro, Arcas e Vanhoucke. Lopez resta in rosa

Giro d'Italia, il belga De Gendt si impone nell'8a tappa Napoli-Napoli
LUCA BETTINI/AFP via Getty Images
Thomas de Gendt vince l'8a tappa del Giro d'Italia

Thomas De Gendt torna a vincere al Giro d'Italia. Il corridore belga della Lotto Soudal si è imposto nella volata a quattro conclusiva, tagliando in 3h32'53" il traguardo dell'ottava tappa del Giro2022, con partenza e arrivo a Napoli, di 153 chilometri. L'Italia spera fino all'ultimo con Davide Gabburo, della Bardiani CSF Faizanè, secondo davanti allo spagnolo Jorge Arcas (Movistar). Il belga della Harm Vanhoucke (Lotto Soudal), uno dei protagonisti della fuga a quattro, si è invece staccato a pochi metri dall'arrivo, pagando 4" al termine.

"Ho cercato di lavorare per Vanhoucke, ma ho visto che non riusciva a tenere e quindi ho provato a mantenere la velocità. Tutti aspettavano attaccasse Van der Poel, tutti gli altri tenevano d'occhio lui e Birmay e noi siamo riusciti a tenere un po' di vantaggio fino alla fine", ha detto alla Rai De Gendt, che all'età di 35 anni 6 mesi e 8 giorni diventa il secondo belga più anziano a vincere al Giro, conquistando la sua seconda vittoria nella Corsa Rosa a distanza di 10 anni dalla prima.

"Sono riuscito a inserirmi nella fuga iniziale - ha detto un soddisfatto Gabburo - Sapevo di potermela giocare allo sprint finale, era da tempo che non avevo una gamba così". Altra buona giornata per l'eritreo Biniam Girmay (Intermarché-Wanty-Gobert Materiaux), quinto al traguardo davanti allo svizzero Mauro Schmid (Quick-Step Alpha Vinyl) e all'olandese Mathieu Van der Poel (Alpecin-Fenix).

Tappa molto favorevole per il francese Guillaume  Martin (Cofidis), che con la nona posizione odierna sale al quarto posto della classifica a 1'06" dal leader Juan Pedro Lopez Perez (Trek-Segafredo), che rimane in maglia rosa. "Se Kamna provava ad attaccare, l'idea era di andargli a ruota e così ho fatto. Sono felice per tutto il tempo che rimango in Rosa: sono i giorni più belli della mia vita", ha ammesso lo spagnolo, che conserva anche la maglia bianca di miglior giovane. La maglia ciclamino è invece di Arnaud Demare (Groupama-FDJ), mentre quella azzurra è di Koen Bouwman (Jumbo-Visma).

Domani, domenica 15 maggio, si torna in strada per la nona tappa, la Isernia-Blockhaus di 191 km (partenza fissata per le ore 11:45).

VEDI LO SPECIALE DI RAINEWS.IT