Tennis

Internazionale, Sinner batte Fognini in tre set e si qualifica per gli ottavi

L'altoatesino si impone con il punteggio di 6-2 3-6 6-3. Nel prossimo turno affronterà il serbo Krajinović

Internazionale, Sinner batte Fognini in tre set e si qualifica per gli ottavi
ANSA/ETTORE FERRARI
Foro Italico, Sinner in azione contro Fognini

Fabio Fognini lotta ma a spuntarla è Jannik Sinner. Il derby italiano al secondo turno degli "Internazionali d'Italia", quinto Masters 1000 stagionale dotato di un montepremi 5.415.410 euro, in corso sulla terra rossa del Foro Italico a Roma, premia il 20enne di Sesto Pusteria: 6-2 3-6, 6-3 dopo 2h03' di gioco il punteggio a favore dell'altoatesino, che affrontava per la prima volta in carriera il più esperto connazionale.

Sinner non è numero 13 al mondo per caso, nonostante le ultime faticose uscite sulla terra. Ma il seeding c'entra poco. In fondo il derby Fognini-Sinner è la trasposizione italiana di Nadal-Alcaraz, almeno dal punto di vista generazionale. Il gioco ne è la radice quadrata. Sinner porta a casa un primo set di pura solidità, contro la solita evanescenza di Fognini, alimentata negli errori da qualche problema fisico certificato anche dalla chiamata del fisioterapista. I sette punti sette d'inizio partita, seguiti da altri sei di Sinner, innescano una prima partita a senso unico, chiusa 6-2.

Fognini si rianima per tre game di gran gioco in apertura di secondo set, smentiti - quando è in vantaggio 3-1 - da due doppi falli di seguito, e distruzione della racchetta annessa. Una valvola di sfogo aperta che lo conduce a rinsavire nuovamente, dando spettacolo per il 4-2. Il resto è una discesa per il terzo set. Il game che chiude i conti è il quarto: Fognini in battuta lo molla a zero, ma Sinner è troppo educato per non rendere indietro il regalo. Il terzo si trasforma in un set a perdere, come il tressette: Fognini va a battere sul 3-4 e riesce nell'impresa di subire un nuovo break, quello definitivo che lancia Sinner al traguardo.

Sulla strada di Sinner, negli ottavi, il serbo Filip Krajinović, che ieri ha eliminato a sorpresa il russo Andrey Rublev: fra i due un solo precedente, sul veloce di Sofia lo scorso anno, con successo dell'azzurro in semifinale.

Le parole del vincitore

"Era una partita molto difficile, il pubblico è stato fantastico. E' molto bello giocare qui a Roma, spero di andare ancora avanti". Lo ha dichiarato Jannik Sinner ai microfoni di Sky dopo la vittoria contro Fognini. "Fabio mi ha dato una grandissima mano l'anno scorso in Coppa Davis, ci siamo avvicinati, ci siamo parlati diverse volte. In campo si è visto che diamo il 100%, alla fine conta vincere, io sono felice, a lui auguro il meglio perché è un giocatore speciale, fa delle cose che non tanti riescono a fare".

Fognini: addio alla racchetta? Decido a fine anno 

"Se è la mia ultima volta a Roma? Ora non dico nulla, la decisione la prenderò a fine anno: mi siederò e  deciderò il da farsi ma di sicuro fino a fine anno tiro". Così Fabio Fognini in conferenza stampa dopo essere stato eliminato da  Sinner.

Gli altri incontri di oggi

La giornata ha visto anche il debutto di alcuni fra i protagonisti più attesi, sia al maschile che al femminile. Su tutti Rafa Nadal, dieci volte re del Foro Italico e campione uscente: tornato in azione a Madrid dopo i problemi fisici che lo avevano costretto a fermarsi dopo Indian Wells, il maiorchino si è presentato con un secco 6-3 6-1 (23a vittoria in questo 2022 su 25 match) ai danni di Isner e ora ritroverà Shapovalov, che un anno fa arrivò a un passo dal batterlo proprio a Roma. Avanti il finalista di Madrid Alexander Zverev (7-6 6-3 su Baez), rischia Stefanos Tsitsipas che la spunta su Dimitrov dopo tre set e due match-point annullati. A Roma un anno dopo il suo trionfo da numero uno del mondo, Iga Swiatek si sbarazza per 6-3 6-0 della rumena Ruse, 24a vittoria consecutiva e appuntamento negli ottavi con Vika Azarenka, finalista sul rosso del Foro Italico nel 2013 e reduce dal successo senza affanni (6-2 6-4) sulla colombiana Camila Osorio.

Nuovo record di spettatori

Ancora un record di pubblico per gli Internazionali Bnl d'Italia. Il primato di spettatori paganti in una singola giornata stabilito ieri - 34.406 presenze - è durato meno di 24 ore. Non è stato infatti necessario attendere la chiusura della biglietteria della sessione serale - che ha fatto registrare il tutto esaurito grazie soprattutto all'attesa per il derby d'Italia - per raggiungere il nuovo primato, ora giunto a quota 36.803 spettatori. Con un incasso complessivo che ha già ampiamente superato quello di tutto il torneo 2019, l'ultimo disputato con la capienza al 100%, la 79a edizione degli IBI si avvia a passare alla storia come quella dei record.

TUTTI I RISULTATI SUL SITO DEGLI INTERNAZIONALI