Oms: i casi rilevati forse sono solo la "punta dell'iceberg"

Isolato al Sacco di Milano il virus del vaiolo delle scimmie

Importante risultato per la ricerca scientifica nella lotta alla malattia, sarà possibile saggiare l'attività di farmaci antivirali e testare la risposta anticorpale dei pazienti

Isolato al Sacco di Milano il virus del vaiolo delle scimmie
CDC/Getty Images
Reazione cutanea del vaiolo delle scimmie

È stato isolato al laboratorio di Microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle Bioemergenze dell'ospedale Sacco di Milano il 'monkeypoxvirus' responsabile dell'epidemia da vaiolo delle scimmie attualmente presente in Europa. 

"Questo rappresenta  un importante risultato per la ricerca scientifica - ha commentato la vicepresidente lombarda Letizia Moratti - sarà possibile saggiare l'attività di farmaci antivirali e testare la risposta anticorpale dei pazienti che hanno contratto l'infezione e della quota di popolazione vaccinata contro il virus del vaiolo". 

L'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) lancia intanto l'allarme: potrebbero essere solo "la punta dell'iceberg" gli oltre 200 casi di vaiolo delle scimmie rilevati nelle ultime settimane, in nazioni in cui il virus non circola abitualmente. Potrebbero cioè essere solo la minima parte di quelli in realtà presenti nei vari Paesi. L'allerta fa salire il livello di attenzione sul nuovo virus mentre l'Europa lavora per l'acquisto centralizzato di vaccini e antivirali ad hoc.