Morti sul lavoro

Un operaio è rimasto incastrato in un macchinario in provincia di Brescia

A Napoli non ce l'ha fatta il muratore caduto ieri durante un sopralluogo in una piscina comunale

Un operaio è rimasto incastrato in un macchinario in provincia di Brescia
(Pixabay)
Incidente sul lavoro in provincia di Brescia

Non si arresta la lunga e drammatica scia di morti sul lavoro

Questa mattina intorno alle 11.30 un operaio ha perso la vita in un’azienda agricola di Bedizzole, in provincia di Brescia. 

Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo è rimasto schiacciato tra la piattaforma e le travi di un macchinario e quando i soccorritori sono riusciti ad estrarlo, era già morto a causa delle gravissime ferite. 

Intanto l’operaio caduto ieri nel vuoto a Napoli durante un sopralluogo presso la piscina comunale del quartier di Secondigliano purtroppo è morto in ospedale verso le 12. 

Walter Carbone, era di Volla, aveva 46 anni e lascia una moglie e due figli. Era precipitato alle 9.30 di ieri mattina da una altezza di 10/12 metri mentre compiva un sopralluogo sul tetto in legno lamellare della struttura. Sull’accaduto indagano i carabinieri.

Un altro infortunio sul lavoro invece è avvenuto questa mattina a Milano, in un cantiere in via Eritrea dove un operaio di 42 anni ha avuto una caduta accidentale su un tondino di ferro e ha riportato traumi alla schiena con ferite e al bacino. L’uomo è stato portato in codice rosso all’ospedale Niguarda di Milano.